La Spagna è il Paese più sano al mondo, l’Italia scende al secondo posto

0
197
Gazpacho

Alcuni giorni fa è stata pubblicata la classifica dei Paesi più sani del mondo secondo Bloomberg, redatta tenendo conto di diversi parametri come alimentazione, aspettativa di vita, consumo di tabacco, qualità dei servizi sanitari e tasso di obesità. A guidare questa graduatoria, in cui sono presenti 169 Paesi, è la Spagna, che compie un considerevole balzo in avanti (due anni fa era al sesto posto) e sorpassa l’Italia, che perde così il primato.

A far sì che il Paese iberico svetti in questa classifica contribuiscono senz’altro l’alta aspettativa di vita e l’elevata qualità dell’assistenza sanitaria, che ha permesso negli ultimi dieci anni di ridurre i decessi legati a patologie tumorali e cardiovascolari. La top ten della graduatoria vede una significativa presenza dell’Europa: al terzo posto si colloca l’Islanda, al quinto la Svizzera, al sesto la Svezia e al nono la Norvegia. Completano le prime dieci posizioni il Giappone al quarto posto, l’Australia al settimo, Singapore all’ottavo e Israele al decimo posto.

Da notare che il Paese più industrializzato e ricco al mondo, gli Stati Uniti, occupa solo la trentacinquesima posizione. Questa a testimonianza del fatto che nel calcolo dell’Healthiest Country Index la ricchezza non è necessariamente correlata a una vita sana. Nel caso degli USA, incidono in maniera negativa una dieta non proprio salutare come quella mediterranea, ma anche l’aumento dei consumi di droga e del tasso di suicidi (che abbassa l’aspettativa di vita). La Francia si ferma alla quattordicesima posizione, il Regno Unito alla ventitreesima. La Cina è decisamente dietro: si ferma al cinquantaduesimo posto.

Commenti