I fan di Tolkien sono costretti ad attendere fino al 2021 per poter vedere la serie tv del Signore degli Anelli. I produttori annunciarono il progetto a novembre del 2017, ma l’hanno recentemente slittato di quattro anni.

Probabilmente una delle ragioni è il costo elevato che Amazon dovrà sostenere. Si parla di cifre che ammontano a 500 milioni di euro solo per le prime due stagioni, senza contare il costo dei diritti. Amazon ha stretto un accordo con la Warner Bros. e la Fondazione Tolkien secondo cui la serie tv deve essere prodotta entro due anni dall’inizio della produzione. A causa di questo vincolo, i produttori hanno deciso di posticipare l’uscita dello show. Se non dovessero rispettare l’accordo, i diritti tornerebbero alla Fondazione Tolkien.

Che cosa ci dobbiamo aspettare da questa serie? Un banale remake? A quanto pare no.

Queste sono le parole di Jennifer Salke al riguardo:

Credo che vi potrete immaginare che lo show non sarà un remake del film, però non cancelleremo tutto il passato. Così rivedrete alcuni personaggi che amate. Non posso dirvi di chi si tratta, ma posso anticiparvi che sarà uno show grandioso. Credo che potremmo tornare a girare in Nuova Zelanda, ma dovremo trovare location che sembrino incredibili. L’ambizione è tanta, andremo dove sarà necessario per i nostri progetti.

La serie tv sarà un adattamento ambientato nella Terra di Mezzo nella Seconda Era. Probabilmente assisteremo anche alla creazione dell’anello del potere di Sauron, il motore che ha innescato tutte le vicende.

C’è la possibilità che vengano realizzate più storie collocate a livelli temporali diversi. Come osservato da alcuni fan, Amazon ha postato due mappe diverse: una della Seconda Era e l’altra della Terza Era. I nomi delle località non corrispondono e questo potrebbe confermare la tesi. Probabilmente l’ambientazione della serie comprenderà due periodi diversi.

Si tratta quindi di un prequel che mostra i conflitti nella Terra di Mezzo precedenti alla storyline che conosciamo?

Non sembra così assurda neanche la possibilità di vedere le avventure del giovane Aragorn. Potrebbe essere un progetto fin troppo ambizioso e persino confusionario, soprattutto per coloro che non hanno familiarità con il mondo di Tolkien.

Altri indizi fanno pensare che la serie sarà ambientata nel mezzo della Terza Era e che racconti la guerra tra Gondor e il Re Stregone di Angmar.

Per il momento, però, si tratta solo di teorie non ancora verificate. Ci aspettano altri due anni di ipotesi, fino a quando non avremo dati più certi.

Supponendo che il periodo sia questo, possiamo aspettarci un cast composto da personaggi per lo più nuovi.

Girano voci che sia stato contattato anche Peter Jackson. Il regista aveva già realizzato la trilogia de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit. Non è ancora una notizia certa, ma a quanto pare la trattativa è in corso.

Nel frattempo un film sulla vita di Tolkien dovrebbe uscire quest’anno. Nel cast compaiono Nicholas Hoult, già conosciuto per i suoi ruoli in Skins e La Favorita, e Lily Collins.

Clicca qui per vedere il trailer.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here