La scuola Draghi: ragazzi in classe con lo scafandro

0
610
Draghi

Scusate la presa in giro ma la scuola Draghi non può essere diversa. Forse chi si siede sulla sedia del Premier ha subito le vertigini e spara a vanvera soluzioni senza senso. Dalla follia del recupero delle ore a quella di diversità di orari. Tutto questo dopo che sono state scoperte altre sette varianti del Covid, ma il Covid non sa che se la dovrà vedere con SuperM.

La scuola Draghi: prima lezione di politichese?

Non solo dobbiamo tornare rapidamente a un orario scolastico normale, anche distribuendolo su diverse fasce orarie, ma dobbiamo fare il possibile, con le modalità più adatte, per recuperare le ore di didattica in presenza perse lo scorso anno, soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno in cui la didattica a distanza ha incontrato maggiori difficoltà. Occorre rivedere il disegno del percorso scolastico annuale. Allineare il calendario scolastico alle esigenze derivanti dall’esperienza vissuta dall’inizio della pandemia. Il ritorno a scuola deve avvenire in sicurezza. È necessario investire in una transizione culturale a partire dal patrimonio identitario umanistico riconosciuto a livello internazionale“. Ormai la parola chiave è transizione. Vorrei ricordare a Draghi che è proprio stata la necessità europeista a a devastare l’eterno cantiere scolastico e sanitario. Quindi questo è un proclama di comodo, finto, per aggraziarsi qualcuno che poi scopriremo.


Il discorso di Draghi è come una strada ghiacciata: insidiosa


Già scritto nell’articolo precedente: state esaltando un gran contabile

Siamo chiamati disegnare un percorso educativo che combini la necessaria adesione agli standard qualitativi richiesti, anche nel panorama europeo, con innesti di nuove materie e metodologie, e coniugare le competenze scientifiche con quelle delle aree umanistiche e del multilinguismo“. Come già scritto in un altro articolo essere un grande contabile, non significa per forza essere un grande politico. La scuola Draghi ha dell’inattendibile. Nel momento top della pandemia, dove addirittura resuscita il termine lockdown, Marione sperimenta il recupero delle ore dello scorso anno e svagheggia su eventuali orari sfalsati: chissà? Io propongo dalle 22.00 alle 02.00, però queste valgono doppie come gli straordinari. Mario, caro Mario: quanto ci metteranno i professori a munirsi di forconi e a darti la caccia? Poco. Non ti impelagare troppo negli orari scolastici, che gli insegnanti sono come i calciatori brasiliani: quando c’è il carnevale si danno alla macchia. La scuola Draghi la boccio. Le vorrei ricordare che noi non abbiamo bisogno degli standard qualitativi tedeschi, visto che hanno per una vita imparato da noi.