“La Scugnizzeria” lancia il prendi 3: plastica in cambio di libri

0
285
plasticare

Tra SCAMPIA e MELITO: la Scugnizzeria unita per la plastica nell’iniziativa “prendi 3”

Napoli ha da sempre vantato la capacità di ritrasformare le cose, di mascherare il negativo con un velo di ricchezza, allo stesso modo è oggi portatrice del motto “i rifiuti sono una risorsa!”. Un modo diverso per combattere la Terra dei Fuochi, per non soccombere alle scorie delle discariche, per distaccarsi dal termine “munnezz” accanto alla città di Napoli.

L’iniziativa nasce proprio dalle zone segnate con il bollettino nero, dominate dal pregiudizio: tra Scampia e Melito, c’è un progetto che lega il problema ambientale all’incremento culturale. “La Scugnizzeria” è un’iniziativa sociale, culturale e civile promossa dallo scrittore/editore Rosario Esposito La Rossa. La casa del “capo scugnizzo” è un ambito di unione sociale, un luogo che sforna forme artistiche, oltre che una libreria. Rosario conferma sui social la sua adesione al “Prendi 3” il progetto ecologista che nasce sulla scorta dell’originale anglosassone “Take 3“.

Prendi 3: sociale, ecologico, culturale

Basterà riciclare per ottenere in cambio un libro: un ciclo che nasce con la fine dei prodotti e termina con la rinascita di questi. Lo scopo dell’iniziativa è una rifioritura ambientale e culturale.

Le regole del gioco social sono facile: quando si notano 3 oggetti di plastica in un campo, in un parco, sulla spiaggia, per strada, bisogna raccoglierli e documentare l’azione. Il secondo step consiste nel postare la ripresa sul proprio profilo Facebook e Instagram con l’hashtag #prendi3 e #take3.

Effettivamente si punta ad incentivare un’azione che purtroppo non è spontanea: chi fa del bene alla terra, riceverà in cambio del likes!

La Scugnizzeria: “un luogo dove la porta è sempre aperta”

Una casa di spaccio.. di cultura! “140mq di rivoluzione in periferia, tra Scampia e Melito. a Scugnizzeria è una moltitudine, è una bottega, un bazar, una Piazza di Spaccio Creativa. La prima enolibreria dell’area nord di Napoli. Dove si vendono libri di case editrici indipendenti, ma anche vino locale, miele artigianale, riso, prodotti tipici artigianali, audiolibri, ebook, cd musicali e vinili e bomboniere solidali. Un luogo dove trovare oggetti creativi low cost. I nostri pusher non aspettano altro che vendere la prossima dose di creatività, orgogliosamente Made in Scampia.

E’ un’occasione da sfruttare, un progetto che cela grande importanza, manifesta la voglia di cambiamento in positivo e la possibilità di uscirne vittoriosi.

Commenti