La scienza dice che hai 6.200 opportunità ogni giorno per cambiare la direzione della tua vita

0
289

Con 6.200 pensieri al giorno abbiamo esattamente così tante opportunità di cambiare la direzione alla vita. Non accadrebbe da un giorno all’altro, ma direi che chiunque sia in grado di arrivare al punto in cui almeno 3.101 di quei pensieri siano positivi, comincerebbe a vedere una trasformazione massiccia all’opera nella propria vita nel tempo.

Come cambiare direzione alla tua vita

Anche solo leggendo qualcosa come questo articolo stai facendo un passo positivo nella direzione in cui vuoi andare. Non posso dire chi sei o dove sei ma se puoi leggere significa che sei un essere umano, e se sei un essere umano allora sono dalla tua parte.
Ma nel caso in cui qualche pensiero pessimista, o forse incerto, si sia insinuato mentre cercavo di restituirti il tuo potere, lascia che ti spieghi.

Ogni pensiero è un voto per la persona che vorresti diventare

Il modo più comune in cui le persone rinunciano al loro potere è pensare di non averne” diceva Alice Walker. Avrete già sentito parlare di James Clear. E’ il tizio che ha scritto quello che credo sia il libro definitivo sulla formazione delle abitudini, Atomic Habits. In quel libro, spiega che ogni azione che fai è come un voto per la persona che vorresti diventare. Bene, io porterei questa idea ancora più in là e direi che anche i pensieri dei tuoi amici sono come un voto per la persona che vogliono diventare. Se quell’amico cambiasse solo uno dei suoi pensieri da uno “negativo“, un pensiero che non gli serve in alcun modo, in un pensiero “positivo“, allora sta dando un voto per il tipo di pensiero che vorrebbe intrattenere in futuro. Tutto ciò che serve è una maggioranza. Non c’è nessun Collegio Elettorale nella vostra testa che possa rubare le elezioni. Tutto ciò di cui hai bisogno è che la maggioranza dei tuoi pensieri ti porti in una direzione positiva, e sei sulla buona strada. Scartando il negativo in favore del positivo sei sulla buona strada. Tutto ciò di cui ha bisogno è un pensiero positivo in più oggi rispetto a ieri! Solo uno!

Ma il “pensiero positivo” è davvero il miglior uso dei tuoi pensieri?

Il pessimismo non serve a qualcosa? Abbiamo davvero la capacità di bandire tutti i nostri pensieri negativi? Lo vorremmo? Pessimismo produttivo “Quando si sceglie tra due pensieri opposti negativi e positivi che potrebbero essere ugualmente veri, scegliete quello positivo” diceva Wayne Dyer.

Lo scopo della vita è solo quello di andare in giro ad essere sempre felici?

Ci sono 4 livelli di felicità, e possiamo sperimentare ognuno di essi in momenti diversi, ma c’è una dimensione più profonda della vita che non è tutta sole e arcobaleni. C’è una differenza tra felicità e significato, e può avere senso rinunciare a (qualche) felicità in cambio di un significato più profondo. Penso ai medici e alle infermiere che si uniscono a Medici Senza Frontiere per alleviare la sofferenza umana negli angoli peggiori del mondo.
Nessuno potrebbe mai descriverli come “felici” del loro lavoro, ma nessuno potrebbe nemmeno negare che la loro vita è incredibilmente significativa. Il pessimismo è incredibilmente utile per individuare il pericolo, e sono stati i pessimisti a notare che quel cespuglio in movimento non stava solo ondeggiando nel vento, ma conteneva un grande e feroce leone affamato. Gli ottimisti sarebbero stati il pranzo. Ma tutto sta nel calibrare il proprio sistema, e non essere sopraffatti da pensieri positivi o negativi. Detto questo, non siamo ancora fuori dai guai. Dobbiamo ancora fare i conti con il pericolo più grande di tutti ,qualcosa di terribile e tragico che minaccia la vita e l’esistenza stessa di James, di te e di me.


Dai forza ai tuoi figli con le affermazioni positive

Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere?


La tragedia colpisce. Secondo Dale Carnegie “Una delle cose più tragiche che conosco della natura umana è che tutti noi tendiamo a rimandare la vita. Stiamo tutti sognando qualche magico giardino di rose oltre l’orizzonte, invece di goderci le rose che stanno sbocciando oggi fuori dalle nostre finestre”. Ora è l’unico momento in cui abbiamo potere non nel passato o nel futuro. Troppo spesso, ci facciamo trasportare dai nostri pensieri verso un futuro immaginato o un passato morto, e trascuriamo di vivere l’oggi. Questa è la grande tragedia che potrebbe accadere a chiunque di noi in qualsiasi momento, potremmo dimenticare di godere del miracolo stesso della coscienza, dimenticare che siamo potenti oltre misura, dimenticare che la vita è fatta per essere vissuta, e che ora è l’unico tempo che abbiamo per viverla. Il passato non esiste più, il futuro non esisterà mai, e tutto ciò che abbiamo è il presente. Nelle parole di George W. Bush: “Penso che possiamo essere tutti d’accordo… il passato… è finito”. Quindi la direttiva è chiara: niente pensieri superficiali. Pensate e sentite e vivete profondamente, e ricordate il vostro potere in ogni momento. La coscienza non è garantita. A volte ci viene strappata via, ma altre volte la spegniamo noi stessi e dobbiamo incolpare solo noi stessi per la vita superficiale che abbiamo costruito con i nostri pensieri superficiali. Non deve essere così. Ogni giorno ci vengono date 6.200 opportunità per la massima espressione dell’individualità umana, della vitalità e della creazione. Il prossimo pensiero che avrete farà la differenza.