“La Russia sta denigrando Biden” -afferma il direttore dell’FBI

Il direttore dell'FBI afferra che la Russia sta attuando una campagna di disinformazione come nel 2016 nel tentativo di influenzare le elezioni presidenziali

0
215
La Russia sta denigrando Biden
Dave Granlund / politicalcartoons.com

Il direttore dell’FBI, Christopher Wray, ha affermato che la Russia è molto attiva nei suoi sforzi per influenzare le elezioni statunitensi. Inoltre ha sottolineato che l’obiettivo principale è quello di denigrare il candidato presidenziale democratico Joe Biden. Ha infatti detto: “La Russia sta denigrando Biden”.

“La Russia sta denigrando Biden”

Il giorno delle elezioni americane si avvicina. La comunità di Intelligence e ora anche il direttore dell’FBI hanno lanciato l’allarme che la Russia sta cercando di interferire nelle elezioni. In particolare, come nel 2016, stanno cercando di denigrare il candidato democratico.

Il presidente Trump e molti alti funzionari della sua amministrazione continuano a minimizzare i rapporti secondo cui la Russia starebbe cercando di aiutare Trump a essere rieletto. Inoltre, stanno cercando di riprodurre la teoria secondo cui la Cina si sta intromettendo nelle elezioni per far eleggere Joe Biden.

Tuttavia, questa teoria di Trump è stata smentita più volte dall’Intelligence. Infatti, secondo l’Intelligence la Cina preferirebbe sì che Trump perdesse, ma fino ad oggi ha espresso questa opinione soltanto criticando le politiche dell’amministrazione Trump non legate alle elezioni. Soprattutto, l’Intelligence sottolinea che non trova trace per cui la Cina si sarebbe espressa a favore di uno dei due candidati.

Wray ha testimoniato davanti alla commissione per la sicurezza interna della Camera. Ha dichiarato ai legislatori: “La Russia sta principalmente interferendo attraverso l’influenza straniera maligna nel tentativo di danneggiare la campagna di Biden. Abbiamo visto sforzi molto attivi da parte dei russi per influenzare le nostre elezioni nel 2020”.

Secondo Wray, la Russia sta usando i social media, i proxy, i media statali e le riviste online per seminare divisioni e discordie e principalmente per denigrare l’ex vicepresidente Joe Biden. Infatti, secondo il direttore dell’FBI, i russi vedono Biden come una sorta di establishment anti-russo.


Intelligence USA dichiara che la Russia lavora contro Biden; Cina e Iran vogliono che…


Le parole di Evanina

Queste affermazioni di Wray erano già state dette in precedenza dal direttore del NSA William Evanina. Infatti, anche Evanina aveva affermato che la Russia sta cercando di ostacolare la vittoria di Joe Biden. Il direttore del NSA aveva detto: “Questo è coerente con le critiche pubbliche di Mosca nei confronti di Biden quando era vicepresidente, per il suo ruolo nelle politiche dell’amministrazione Obama sull’Ucraina e il suo sostegno all’opposizione anti-Putin in Russia. Alcuni attori legati al Cremlino stanno anche cercando di rafforzare la candidatura del presidente Trump sui social media e sulla televisione russa”.

Anche il comitato d’Intelligence del Senato, dopo una serie di indagini bipartisan, ha concluso che la Russia sta interferendo nelle elezioni.

Commenti