La Russia interrompe il flusso di gas alla Finlandia

0
182
La Russia interrompe il flusso di gas alla Finlandia

La Russia ha annunciato che interrompe il flusso di gas alla Finlandia. Mosca ha anche riferito che punta a una maggiore militarizzazione verso il confine con il paese scandivano.

La Russia interrompe il flusso di gas alla Finlandia: cos’è successo?

Persegue la guerra del gas. La Russia ha infatti annunciato che interromperà le esportazioni di gas verso la vicina Finlandia, l’ultima escalation di una disputa sul pagamento dell’energia con le nazioni occidentali.  Gazprom Export ha chiesto ai paesi europei di pagare in rubli le forniture di gas russo a causa delle sanzioni imposte per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. Ma la Finlandia, così come altri Paesi, ha rifiutato di farlo.

La compagnia energetica finlandese Gasum ha riferito che i flussi di gas saranno interrotti da oggi, sabato 21 maggio.”Ci siamo preparati con cura a questa situazione e saremo in grado di fornire gas a tutti i nostri clienti nei prossimi mesi”, ha affermato il CEO di Gasum, Mika Wiljanen, che poi ha definito la decisione di Mosca “deplorevole”. La società ha poi riferito che continuerà a servire i clienti “durante tutta la stagione da altre fonti, attraverso il gasdotto BalticConnector”. 

Mosca punta a una maggiora militarizzazione

Mosca ha anche annunciato che per far fronte alle crescenti “minacce miliari” dell’Occidente, tra cui le domande di Finlandia e Svezia per entrare nella NATO, punta a una maggiore militarizzazione dei suoi confini verso Ovest. Secondo quanto riferito da Interfax, che cita il ministro della difesa russo Sergei Shoigu, in Russia, entro fine anno, saranno dispiegati 2mila nuove “armi e veicoli moderni”, entreranno in servizio 20 nuove navi da guerra e 12 nuove basi militari verranno create nel Distretto militare della Russia occidentale.


Leggi anche: Gli USA vogliono nominare la Russia uno Stato sponsor del terrorismo