La Russia colpisce Kyiv durante la visita del capo delle Nazioni Unite

0
225

Le forze russe hanno spinto la loro offensiva nel sud e nell’est dell’Ucraina dopo aver bombardato la sua capitale durante una visita del capo delle Nazioni Unite. Almeno tre persone sono rimaste ferite alla fine di giovedì nella parte occidentale di Kyiv, il primo attacco nella capitale in quasi due settimane.

I nuovi attacchi della Russia

Dopo due mesi dal tentativo di un’invasione fallita nel suo obiettivo a breve termine di catturare Kyiv, la Russia sta ora intensificando le operazioni nella regione separatista del Donbas orientale. Dopo la ritirata di Mosca da Kiev, sono stati trovati dozzine di corpi in abiti civili e i pubblici ministeri ucraini hanno affermato di aver aperto indagini su 10 soldati russi per sospette atrocità a Bucha e individuato più di 8.000 presunti casi di crimini di guerra. Questi casi riguardano “l’uccisione di civili, il bombardamento di infrastrutture civili, la tortura” e i “crimini sessuali” denunciati durante l’occupazione russa di varie parti dell’Ucraina, ha detto il procuratore generale Iryna Venediktova a un canale televisivo tedesco. Giovedì a Washington, il presidente Joe Biden ha esortato i legislatori statunitensi ad approvare un enorme pacchetto di aiuti da 33 miliardi di dollari e ha proposto nuove leggi per consentire l’utilizzo di beni di lusso sottratti agli oligarchi russi per risarcire l’Ucraina per i danni inflitti dall’invasione di Mosca il 24 febbraio. “Il costo di questa lotta non è economico. Ma cedere all’aggressione sarà più costoso se permettiamo che accada”, ha detto Biden.

L’attacco russo a Kyiv

In una zona residenziale di Kyiv, i corrispondenti dell’AFP hanno visto un edificio in fiamme e fumo nero che si riversava nell’aria dopo gli attacchi russi. “Ho sentito il suono di due razzi e due esplosioni. Era un suono simile a quello di un aereo in volo, e poi due esplosioni con un intervallo di tre o quattro secondi“, ha detto all’AFP Oleksandr Stroganov, 34 anni. Il sindaco Vitali Klitschko ha detto che ci sono stati “due colpi nel distretto di Shevchenkovsky”, uno dei quali ha colpito “i piani inferiori di un edificio residenziale”. Tre persone sono state portate in ospedale, ma l’entità delle loro ferite non è stata immediatamente chiara. “È una zona di guerra, ma è scioccante che sia successo vicino a noi“, ha detto all’AFP Saviano Abreu, portavoce dell’ufficio umanitario delle Nazioni Unite che viaggiava con Guterres, aggiungendo che la delegazione era al sicuro. Zelensky ha affermato che gli attacchi, avvenuti subito dopo i suoi colloqui con Guterres, sono stati un tentativo della Russia “di umiliare l’ONU e tutto ciò che l’organizzazione rappresenta”. Un portavoce militare russo ha detto ai giornalisti che l’esercito di Mosca aveva condotto attacchi aerei contro 38 obiettivi militari, ma non ha menzionato immediatamente Kyiv o la regione intorno alla capitale.

La posizione degli USA

A Washington, Biden ha respinto le affermazioni sempre più accese dei funzionari russi secondo cui Mosca sta combattendo l’intero Occidente, piuttosto che solo l’Ucraina. “Non stiamo attaccando la Russia. Stiamo aiutando l’Ucraina a difendersi dall’aggressione russa“, ha detto Biden. Il leader degli Stati Uniti ha anche criticato Mosca per “commenti oziosi” sul possibile uso di armi nucleari. Il pacchetto da 33 miliardi di dollari richiesto da Biden è un aumento significativo rispetto alle richieste precedenti. La maggior parte – 20 miliardi di dollari – sarebbero armi e altri aiuti alla sicurezza, mentre 8,5 miliardi di dollari sarebbero aiuti economici. Un alto funzionario statunitense, parlando in condizione di anonimato, ha affermato che il pacchetto di spesa manterrà il governo e l’esercito ucraino in attività fino all’inizio di ottobre.
Mentre Biden ha notato che gli Stati Uniti stavano inviando 10 armi anticarro per ogni carro armato russo, il comandante dell’aviazione ucraina ha affermato che i sistemi antiaerei del suo paese non sono stati in grado di colpire i bombardieri che volano ad altitudini di otto chilometri e oltre. “Servono sistemi antiaerei a medio e lungo raggio” e “caccia moderni”, ha affermato Mykola Olechchuk.
La Russia ha preso di mira le armi fornite dall’Occidente, poiché gli Stati Uniti e l’Europa ascoltano sempre più la richiesta di Zelensky di una potenza di fuoco più pesante, nonostante i dubbi sull’essere coinvolti in un conflitto con Mosca. Giovedì il parlamento tedesco ha votato a stragrande maggioranza a favore della fornitura di armi pesanti a Kiev, un importante cambiamento nella politica. Nella sua situazione di stallo economico con l’Occidente, la Russia mercoledì ha tagliato le forniture di gas a Bulgaria e Polonia. Entrambi stanno ora ricevendo gas dai vicini dell’Unione Europea. Giovedì, il primo ministro bulgaro Kiril Petkov ha esortato l’Europa a essere “più forte” e ad abbandonare il gas russo.