La Russia aiuterà oltre 30 paesi Africani nella lotta al Coronavirus

"Hanno espresso la loro gratitudine per l'assistenza che le nostre agenzie corrispondenti hanno già fornito ai Paesi africani e continuiamo a ricevere richieste di ulteriore aiuto. Più di 30 paesi ci hanno già inviato le loro richieste e le stiamo considerando con la massima attenzione", ha detto Lavrov.

0
312
Introduzione: Russia aiuta stati africani

Situazione in Africa

Anche se inizialmente il continente Africano sembrava quello meno esposto alla minaccia Covid19, la poca preparazione nonché la mancanza di strutture adeguate hanno drasticamente cambiato il trend di contagio. Secondo il direttore tecnico dell’OMS in Africa, Mary Stephen, ci sono più di 470 mila casi, più di 11 mila morti e 220.000 pazienti guariti.

Attualmente ci sono un totale di 5.000 posti letto nelle unità di terapia intensiva nei 43 paesi del continente ossia di circa 5 posti letto per ogni milione di persone contro i 4.000 posti per un milione di persone in Europa.

L’80% dei malati è concentrato principalmente in 10 paesi del continente. Per combattere la diffusione del virus all’inizio dell’epidemia, 28 Paesi Africani hanno introdotto un regime di emergenza nel campo dell’assistenza sanitaria e di emergenza generale. Il rischio di una diffusione su larga scala non è stato ancora superato a causa dei sistemi sanitari poco sviluppati nella maggior parte dei paesi. La Russia aiuterà 30 Paesi Africani non solo con strutture ospedaliere da campo, medici specializzati, sanificazione di edifici e preparazione del personale locale. L’idea di organizzare un ponte aereo umanitario portando in zone remote beni di prima necessità


LE BRIGATE MEDICHE CUBANE


L’Aiuto Russo a oltre 30 paesi Africani

L’Africa ha bisogno di attrezzature mediche, compresi i dispositivi di ventilazione meccanica. Gli stati africani hanno bisogno anche di dispositivi per test, disinfettanti, maschere, tute protettive e altri materiali di consumo. La situazione è molto complicata nel suo insieme. Difficoltà riscontrate non solo in campo sociale ed economico. Ma anche dall’alta densità di popolazione, dal sistema sanitario sottosviluppato, dai conflitti, dalle frontiere non protette e dall’immigrazione incontrollata. Tutto questo può portare a un aumento della mortalità.

Anche se i danni arrecati all’economia dei Paesi africani dalla pandemia sono ancora da valutare, la Russia si è dimostrata pronta ad aiutare. Oltre 30 paesi africani hanno richiesto l’assistenza della Russia per combattere la pandemia. E’ stato raggiunto un accordo per continuare gli sforzi di assistenza nella lotta contro il Covid19, anche attraverso strutture internazionali che Africane. Le autorità hanno ribadito che la Russia è pronta ad aiutare oltre 30 paesi Africani nella lotta per contrastare il Corona virus come ha fatto con l’Ebola anni fa. Questa operazione umanitaria su larga scala non ha nessuna caratteristica economica o politica.

Gli effetti sull’economia Africana

La pandemia può influire negativamente sull’attuazione dei progetti su larga scala già avviati da prima. Sopratutto quelli per il superamento della povertà, lo sviluppo sostenibile e l’attuazione dei progetti di integrazione che gli Stati Africani devono affrontare. La crescita economica del continente africano prevista quest’anno era intorno al 4%. La pandemia di Covid-19, unita ad altri gravi problemi registrati negli ultimi mesi, ha totalmente ribaltato la prospettiva. La Banca Africana di Sviluppo lancia l’allarme: sono decine di milioni i cittadini a rischio. Le economie più affette della pandemia in corso saranno quelle che dipendono dall’esportazione di petrolio e minerali come Nigeria, Angola e Sudafrica. Nonché il quelle dove il turismo è un entrata economica importante, sopratutto per paesi come Egitto e Marocco.

Commenti