La Russia accusa l’UE della catastrofe al confine Polonia-Bielorussia

0
289
La Russia accusa l’UE della catastrofe al confine Polonia-Bielorussia

Continua senza sosta la crisi migratoria al confine tra Polonia e Bielorussia. La Russia accusa l’UE della catastrofe al confine. Secondo Mosca, l’UE non rispetta i propri valori umanitari. Inoltre il Cremlino afferma che l’UE sta cercando di “strangolare” la Bielorussia.

Crisi al confine Polonia-Bielorussia: la Russia accusa l’UE?

Continua la crisi migratoria al confine tra Polonia e Bielorussia. Mosca ha accusato l’Unione Europea della catastrofe umanitaria al confine. Il Cremlino ha affermato che l’UE non rispetta i propri valori umanitari. Inoltre ha detto sta cercando di “strangolare” la Bielorussia con l’intenzione di chiudere una parte del confine. “È evidente che una catastrofe umanitaria si sta profilando sullo sfondo della riluttanza degli europei a dimostrare impegno per i loro valori europei”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in un briefing. Ha poi descritto come “assolutamente irresponsabile e inaccettabile” un commento del primo ministro polacco Mateusz Morawiecki secondo cui la crisi “ha la sua mente a Mosca“.

Mosca invia due bombardieri

Mosca, in sostegno di Minsk, ha inviato due bombardieri strategici per pattugliare lo spazio aereo bielorusso. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo bielorusso Vladimir Makei che spera che gli europei responsabili “non si lascino trascinare in una spirale abbastanza pericolosa“. Makei ha affermato che Russia e Bielorussia si sostengono a vicenda “anche in termini di una risposta congiunta alle attività ostili contro i nostri paesi”. Il Cremlino ha anche riferito che il presidente Vladimir Putin, in un colloquio telefonico con la cancelliera Angela Merkel, ha detto che l’UE dovrebbe discutere della crisi direttamente con Minsk.


Leggi anche: Il confine europeo tra Polonia e Bielorussia è rovente