La Roma batte l’Empoli 2-0: doppietta per Dzeko che entra nella storia del club giallorosso

0
395

L’anticipo serale della 30° giornata di Serie A vede la Roma affrontare all’Olimpico l’Empoli, reduce da una scia negativa di 6 ko consecutivi.

I giallorossi disputeranno martedì 4 aprile il ritorno di semifinale di Coppa Italia contro la Lazio dove dovranno rimontare il 2-0 dell’andata, ma Spalletti non effettua nessun turnover. Il tecnico deve fare a meno dello squalificato Strootman e dell’infortunato De Rossi e schiera così Paredes e Mario Rui dal primo minuto. In attacco si affida a Salah e Perotti, preferito ad El Shaarawy, trequartisti a sostegno di Dzeko unica punta.

Il tecnico azzurro Martusciello, privo di Costa e Dioussé, mette in campo una difesa rivoluzionata con Veseli accanto a Barba, lasciando in panchina Bellusci, ripropone Buchel in mediana e in attacco fa riposare Pucciarelli e schiera Marilungo e Thiam, supportati da El Kaddouri.

In avvio di partita i ritmi sono lenti, a far girare palla è l’Empoli, a cui al 7’ viene fischiato un fuorigioco inesistente: Thiam, servito da un lancio di Pasqual, viene atterrato in area da Szczesny, ma il guardalinee aveva già segnalato la posizione di offside, sbagliando la chiamata.

Al 9’ la Roma si fa vedere in avanti con Dzeko che gira di testa un traversone dalla trequarti di Mario Rui, ma lo spedisce sopra la traversa. Basta attendere solamente 3 minuti e l’attaccante bosniaco regala ai padroni di casa la prima rete del match infilando il pallone di ginocchio sotto l’incrocio, con assistenza di testa di Rüdiger, e raggiungendo così Belotti nella classifica dei marcatori della serie A a quota 22 gol. 1-0. La difesa dell’Empoli non è assolutamente incolpevole perché permette a Dzeko di avventarsi sul pallone e trovare il gol che sblocca la partita.

L’Empoli ci prova con Krunic che serve Thiam, ma l’attaccante viene preceduto da Szczesny. Al 24’ El Khaddouri, dopo aver scambiato con Thiam, tenta la piazzata, ma la mira del belga marocchino è da rivedere e il suo destro dal limite finisce abbondantemente a lato.

Al 29’ Paredes ricerca il gol spettacolare dalla distanza con una conclusione potentissima di destro che Skorupski riesce ad alzare sopra la traversa.

Al 32’ El Kaddouri supera Paredes, si accentra dalla sinistra e va secco alla conclusione, ma il suo destro termina sull’esterno della rete. Due minuti dopo è un suo filtrante a fornire a Marilungo la ghiotta occasione per pareggiare, ma l’attaccante azzurro, dopo essere abilmente riuscito a sfuggire a Fazio, si divora il gol calciando altissimo.

Il primo tempo finisce 1-0 per la Roma, in vantaggio grazie al gol di Dzeko, sempre più una certezza per i giallorossi. I ritmi del match sono molto bassi, è quasi sempre l’Empoli a gestire il possesso palla, ma i toscani non riescono ad essere incisivi nelle scelte finali.

La ripresa si apre con un’occasione al 47’ per l’Empoli con Marilungo che si vuole far perdonare dell’errore precedente e su cross di Pasqual prova la conclusione d’esterno, molto insidiosa, sulla quale Szczesny si fa trovare pronto, salvando il risultato.

La squadra di Spalletti gioca a basso ritmo, sperando di portare a casa la partita con il minimo sforzo. L’attacco mobile e fisico dell’Empoli, che ora tenta con tutte le forze di trovare il gol del pareggio, sta mettendo però in difficoltà la retroguardia giallorossa formata da Rüdiger, Manolas e Fazio.

Ma al 56’ è sempre Dzeko a risolvere la partita segnando la sua 23° rete stagionale in campionato: Perrotti pennella un traversone perfetto per Salah che serve con grande intesa Dzeko, la cui girata di destro batte Skorupski e termina in rete. 2-0 per la Roma che ora, tranquillizzata, può solamente gestire il risultato. Dzeko supera Belotti nella classifica capocannonieri, ma soprattutto entra nella storia della Roma con 33 gol stagionali, un obiettivo che nessuno in 90 anni prima di lui era mai riuscito a raggiungere (Manfredini, Volk e Totti si erano fermati a 32).

Al 67’ Szczesny para in due tempi un sinistro dal limite di Thiam, ma tre minuti dopo è sempre la Roma ad essere pericolosa con Salah, il cui colpo di testa si infrange sulla traversa. L’egiziano ha giocato una partita molto dinamica in cui grazie a tecnica e velocità è riuscito a godere di grande libertà in campo.

All’84’ Buchel ci prova dai 25 metri con un potente sinistro a giro che sfiora l’incrocio dei pali.

La partita termina 2-0 per la Roma che trova la vittoria grazie alla doppietta di Dzeko e si posiziona a -5 dalla Juventus, impegnata questa sera al San Paolo contro il Napoli, e che può ora dedicarsi alla preparazione del derby di martedì. Per l’Empoli si tratta della 7° sconfitta consecutiva, ma la squadra di Martusciello non ha molto da recriminarsi perché ha giocato una buona partita, anche se adesso deve cercare di invertire la rotta e prestare attenzione all’assalto del Palermo che si trova a -7.

ROMA – EMPOLI 2-0 (1-0)

MARCATORI: Dzeko 12’, 56’

ROMA (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio (85’ Juan Jesus), Rüdiger; Peres, Paredes, Nainggolan, Mario Rui; Salah, Perotti (62’ Grenier), Dzeko (73’ Totti). A disposizione: Alisson, Lobont, Emerson, Vermaelen, Nura, Gerson, El Shaarawy.

Allenatore: Spalletti

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Veseli, Barba (77’ Cosic), Pasqual; Krunic, Buchel, Croce; El Kaddouri (73’ Maccarone); Thiam, Marilungo (58’ Tello). A disposizione: Pelagotti, Pugliesi, Dimarco, Bellusci, Zambelli, Mauri, Zajc, Pucciarelli, Mchedlidze.

Allenatore: Martusciello

ARBITRO: Massa di Imperia

AMMONITI: Krunic per gioco scorretto

 

 

 

 

Commenti