La Repubblica Ceca sostituisce la Russia nel Consiglio dei diritti umani dell’ONU

0
255
La Repubblica Ceca sostituisce la Russia nel Consiglio dei diritti umani dell’ONU

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha eletto la Repubblica Ceca al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (UNHRC) in sostituzione della Russia, che era stata sospesa a causa dell’invasione dell’Ucraina e in seguito ha lasciato il Consiglio di 47 membri. Gli USA avevano richiesto l’espulsione della Russia dall’UNHRC. 

La Repubblica Ceca sostituisce la Russia all’UNHCR?

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha eletto la Repubblica Ceca al Consiglio dei diritti umani il 10 maggio per sostituire la Russia, sospesa il mese scorso a causa della sua inversione dell’Ucraina. La Repubblica Ceca è stata eletta con 157 voti a favore, mentre 23 paesi si sono astenuti. La Russia era al suo secondo anno di mandato di tre anni. La Repubblica Ceca completerà il mandato e manterrà la carica fino al 21 dicembre 2023.  È atteso per giovedì una sessione speciale sull’Ucraina del Consiglio dei diritti umani. Nei giorni scorsi, Kyiv ha chiesto un riesame della situazione in Ucraina, compresi i rapporti sui crimini commessi a Mariupol. L’UNHRC non può prendere decisioni vincolanti, ma può approvare l’istituzione di commissioni di indagine e le sue decisioni portano un messaggio politico significativo.

Il primo ministro ceco, Petr Fiala, ha affermato che ora il Paese “avrà l’opportunità di essere ascoltato a livello internazionale“. “Considero importante per il nostro Paese difendere i diritti umani e accolgo con favore l’opportunità di farlo sulla scena internazionale”, ha detto Fiala.

Le dichiarazioni del ministro degli Esteri ceco

Il ministro degli Esteri ceco, Jan Lipavský, ha ringraziato gli Stati membri delle Nazioni Unite per aver mostrato fiducia nella Repubblica ceca e ha affermato di considerare simbolico il fatto che la Repubblica ceca abbia sostituito la Russia, che ha “commesso crimini aberranti” in uno stato vicino. “È una grande opportunità per la Repubblica ceca di continuare la sua politica di lunga durata di protezione e promozione dei diritti umani, che è la priorità dell’attuale governo e diplomazia cechi. La Cechia assumerà immediatamente l’incarico. Giovedì, ci uniremo alla sessione per discutere la violazione dei diritti umani in conseguenza dell’aggressione russa contro l’Ucraina”, ha affermato Lipavský. Il ministro ha poi aggiunto che si aspetta che l’UNHRC approvi una risoluzione che aumenti i poteri relativi alle indagini sui crimini in Ucraina. 


Leggi anche: ONU sospende la Russia dal Consiglio dei diritti umani