La quiete dopo la tempesta: ottimismo in casa Renault

0
307

Ne parlavamo soltanto oggi, ma sembra che dopo la turbolenza in casa Renault stia subentrando la quiete.

La quiete è in arrivo?

Secondo l’AD di Renault, Luca De Meo, “la fase critica è finita”. Nonostante tutte le difficoltà che esponevamo nell’articolo precedente, infatti, il primo semestre del 2022 ha mostrato segnali incoraggianti.


Bilancio negativo per Renault dopo l’addio alla Russia


Processo di ripresa a gonfie vele

Luca De Meo ne è certo: il momento di difficoltà vissuto da Renault è ormai completamente alle spalle. Lo ha affermato in occasione della presentazione dei risultati finanziari relativi al primo semestre di quest’anno, pur senza nascondere le avversità vissute dal Gruppo negli ultimi sei mesi. Secondo il Gruppo, insomma, il processo di ripresa non si ferma.

Ostacoli superati

A parlarne è il Corriere della Sera, nella sua edizione di oggi: uno degli ostacoli principali affrontati da Renault è stato l’azzeramento delle attività russe, le stesse che negli anni avevano contribuito con diversi miliardi di investimenti. Nei risultati più recenti, invece, la loro mancanza ha pesato con la perdita di 1,6 miliardi di euro: 368 milioni erano gli utili netti nello stesso periodo del 2021. Ma anche questo problema è stato superato, con l’aumento dei prezzi delle auto: l’escamotage ha migliorato la redditività per un margine operativo del 4,7%, con un flusso di cassa nel ramo auto superiore ai 956 milioni di euro e un utile netto delle attività continuative di 657 milioni di euro.

Con il contributo di Nissan

Più di ogni altra cosa, De Meo ha espresso il suo ringraziamento al partner dell’alleanza Nissan, che ha contribuito al conto economico con 325 milioni di euro. Ha anche annunciato di aver rimborsato in anticipo il prestito ottenuto dallo Stato francese, del valore di 1 miliardo di euro, erogato prima della pandemia. Ma conta di rimborsarne un secondo nel secondo trimestre e un terzo, l’ultimo, entro il 2023. Infine in autunno, come già abbiamo accennato, in occasione del Capital Market Day sarà presentato l’aggiornamento degli obiettivi finanziari e il futuro del piano Renaulution.