giovedì, Luglio 18, 2024

La Quadriennale d’arte di Roma – prosegue online

La Quadriennale d’arte 2020 FUORI non si ferma, prosegue online sul sito internet www.quadriennale2020.com, sui canali social e youtube, con una diversificata offerta digital, fatta di podcast, video, visite guidate, performance, playlist musicali, gallerie fotografiche, rubriche di approfondimento.

“La Quadriennale di Roma è uno degli appuntamenti storici della Capitale e, ormai da quasi un secolo, un punto di riferimento per tutta l’arte italiana”, dichiara Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio, che prosegue: “Quest’anno, l’evento romano ha un significato in più: un tentativo di interpretare questo tempo incerto e fragile attraverso gli occhi dell’arte. E magari, attraverso essa, provare a gettare il nostro sguardo oltre l’evento drammatico che stiamo vivendo. Non a caso, per questa edizione della mostra, è stato scelto il titolo “FUORI”: una speranza; un’esortazione a rimetterci in moto e a esplorare strade nuove, quando avremo finalmente superato il trauma della pandemia. Ne abbiamo bisogno, ora più che mai”.

Format innovativo

Su invito dei curatori Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol a “performare” all’interno della mostra l’archivio della Quadriennale di Roma, Luca Scarlini propone un format innovativo trasferito ora sulla piattaforma digitale in seguito all’emergenza sanitaria. Nei racconti di “Partita doppia” l’archivio e la biblioteca della Quadriennale di Roma divengono fonte inesauribile di materiali e ispirazione per Scarlini. Che, procedendo per analogie di ricerca, sintonie o procedimenti formali, attraversa novant’anni di storia del Paese. Dalla Quadriennale del 1939 alle incursioni nelle arti sceniche, nello sport e nel mondo della notte, dalle contestazioni degli anni Sessanta agli anni di piombo. Il risultato sono 41 brevi filmati, della durata di 3 minuti ciascuno.

L’offerta editoriale

Accompagnerà la mostra un volume bilingue (italiano-inglese), edito da Treccani, che è sia catalogo della mostra sia un’antologia sull’arte italiana contemporanea. La pubblicazione è divisa in tre sezioni.
La prima è dedicata alla mostra con i saggi dei curatori, Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, degli assistenti curatori, Michele Bertolino e Matteo Binci, dell’artista/architetto Alessandro Bava e dello scrittore e storyteller Luca Scarlini. Chiudono la sezione le schede sugli artisti e sulle opere in mostra.
La seconda raccoglie i saggi critici che si soffermano su nuove metodologie di ricerca nel campo dell’arte contemporanea e della cultura italiana. Gli autori sono: Giorgina Bertolino, Stefano Chiodi, Silvia Fanti e Daniele Gasparinetti, Camilla Hawthorne, Francesco Ventrella, Riccardo Venturi.
La terza è dedicata all’approfondimento dei temi trattati nei workshop Q-Rated promossi dalla Quadriennale nel biennio 2018-2019, con i testi commissionati ad artisti e giovani critici:  Dafne Boggeri, Lucrezia Calabrò Visconti, Michele D’Aurizio, Vincenzo Estremo, Lorenzo Pezzani, Sofia Silva.

Tra le novità


Intemporaneo e You Artsui canali social, ideati e realizzati da Eni per la Quadriennale d’arte 2020:di Intemporaneo, un progetto video pensato per uno spazio dedicato di Palazzo delle Esposizioni, sono proposti dei trailer che mantengono intatta la sensazione di un viaggio nella storia alla scoperta della trasformazione dei linguaggi artistici. Di You Art, è proposto, con modalità pensate per i canali social, il documentario dedicato al contest che ha visto sfidarsi 7 classi di ragazzi tra i 14 e i 19 anni provenienti da 4 diversi Paesi (Italia, Cipro, Ghana ed Emirati Arabi Uniti) su possibili tesi contrapposte rispetto a temi di attualità legati all’arte contemporanea.

Non solo performing artogni Mercoledì sui canali social, in collaborazione con RAI Radio Live: condivisione dei contenuti della trasmissione che racconta la mostra in 13 puntate, attraverso interviste con il presidente della Quadriennale di Roma Umberto Croppi, i curatori e gli artisti.

Proseguono le rubriche

Racconto condiviso con il Circolo Mario Mielisui canali social (in condivisione anche sul profilo del Circolo), il racconto di una selezione di opere più vicine alle tematiche e alle riflessioni del mondo LGBTQI+, in relazione anche all’attualità. 

Appunti sparsisui canali social, immagini inaspettate e variegate che hanno un riferimento a un’opera, a un artista, a una tematica della Quadriennale d’arte 2020.

Spoilersui canali social, racconto per immagini dell’allestimento, un throwback, con Sarah Cosulich come conduttore che spiega e narra la lunga strada che ha portato all’apertura della mostra.

PAPRIKAsui canali social, poesie selezionate da Stefano Collicelli Cagol che espandono i temi e ricamano le atmosfere della mostra. 

Il programma

Il martedì sui canali social si prosegue con FUORItutto, brevi visite guidate dei curatori che, muovendosi all’interno delle sale espositive, raccontano gli immaginari degli artisti, le opere e le scelte allestitive di ciascuna sala.

Il mercoledì sui canali social è la volta di FUORIfocus, racconto della mostra che segue l’itinerario di visita tracciato da Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, attraverso le foto dell’allestimento e delle opere, scattate da DSL Studio, associate a estratti delle schede di ciascun artista, per permettere un affondo sulle singole opere e sulla pratica degli artisti.

Il giovedì sui canali social sarà protagonista FUORItesto, un percorso ragionato tra le pagine del libro, edito da Treccani, catalogo della mostra e antologia sull’arte italiana contemporanea. A partire dalle immagini, saranno selezionati degli estratti dai saggi dei curatori, Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, degli assistenti curatori, Michele Bertolino e Matteo Binci, dell’artista/architetto Alessandro Bava e dello scrittore e storyteller Luca Scarlini; degli autori Giorgina Bertolino, Stefano Chiodi, Silvia Fanti e Daniele Gasparinetti, Camilla Hawthorne, Francesco Ventrella, Riccardo Venturi, che offrono nuove metodologie per l’arte contemporanea e di Dafne Boggeri, Lucrezia Calabrò Visconti, Michele D’Aurizio, Vincenzo Estremo, Lorenzo Pezzani, Sofia Silva sui temi dei workshop Q-Rated rivolti a giovani artisti e curatori e che hanno impegnato i curatori della mostra nel biennio 2018-2019.

Il venerdì sul sito, sul canale youtube e sui canali social, secondo appuntamento settimanale con Partita doppia: storie d’arte dalla Quadriennale tra passato e futuro.

Il sabato sui canali social, secondo appuntamento settimanale con FUORIfocus.

La domenica su spotify (sul canale della Quadriennale) e replica su instagram, ci si rilassa con le playlist, una per ogni artista in mostra, selezionate settimana per settimana dal team curatoriale, per costruire un paesaggio sonoro ed espandere ulteriormente l’immaginario delle opere esposte.

Sempre la domenica sui canali social secondo appuntamento della rubrica FUORItesto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles