La notte di Napoli tra guerra urbana e silenzio delle istituzioni

Tra spari e silenzi

0
223

La notte di Napoli mi lascia inquietudine e non per la guerriglia urbana. Situazioni di questo tipo avvenivano quasi ogni domenica fuori dagli stadi, si può dire che la mia generazione, quella dei “Best 50” ci è cresciuta. Quello che mi inquieta, e un po’ mi destabilizza nel mio pensar da cittadino: è il silenzio di tutti. Nessuna dichiarazione.

La notte di Napoli: e se fosse voluta?

Più che voluta qualcuno, forse, ha saputo cavalcare l’onda. I napoletani si ribellano, Napoli diventa violenta al grido di “libertà” e tutto questo non verso il governo nazionale, ma verso quello regionale. De Luca da fastidio a tutti o a molti. Da destra a sinistra è visto come il fumo negli occhi, quindi perché non lasciarlo solo? Che si affondi sotto i suoi stessi colpi.

Il silenzio è oro

Così dice un vecchio proverbio e così è. Nessuno vuole richiudere il paese, altrimenti sarebbe già chiuso. Conte sa che un lockdown totale sarebbe non solo l’ultima mazzata all’economia, ma anche il suo testamento politico. La destra, che aspetta al varco il governo, ha ovviamente garantito a manager e imprese la “libertà“. La sinistra che è sorretta e tenuta insieme dai successi dell’esecutivo di Palazzo Chigi, lascia intendere che bloccare la movida è sufficiente: ma solo da un certo orario in poi. A cassa piena.

La notte di Napoli: la caduta di un eroe

Disse Napoleone: “Posso perdere una battaglia, ma non perderò mai un minuto. C’è d’aver più paura di tre giornali ostili che di mille baionette. Chi ha paura d’essere battuto sia certo della sconfitta“. Credo che nulla si addica di più di una citazione come questa al caro, ma bizzarro, Governatore campano. Era solo. I segnali li aveva già avuti, ma da romantico patriarcale uomo del Sud, ha voluto dimostrare di voler governare. Lo hanno lasciato senza dichiarazioni, senza scudi di partito a difenderlo e con il dubbio di un popolo in fiamme.

Mi sembra di leggerli i messaggini da destra a sinistra “il vecchio si sta suicidando, lasciamolo fare cosi si toglie di mezzo“.

Commenti