La Magna Carta e l’inizio della stato di diritto

Il documento che ha dato l'avvio al moderno stato di diritto

0
206

Pensare che otto secoli fa fu sancito un documento in latino che limitava il potere del sovrano britannico, dà l’idea di come sia antica la tradizione giuridica nel Regno Unito.

In realtà, il 15 giugno 1215 un gruppo di baroni del Regno d’Inghilterra obbligò Re Giovanni a concederla.

Non si può certo dire che l’inizio fosse improntato alla tutela giuridica.

Tra i principi che si stabilirono in essa, comunque, vi era quello che un nobile non poteva essere imprigionato senza aver prima subito un processo con una giuria di loro pari.

In realtà, il documento ebbe subito grande fama, e nei secoli divenne una pietra miliare del moderno stato di diritto, forse anche della stessa democrazia.

Tanto importante che nel 2015, in occasione del suo ottocentesimo compleanno, furono previsti festeggiamenti in grande stile.

C’è stato chi, invece, nei secoli ha criticato la fama raggiunta dalla Magna Carta Libertorum, ricordando che in realtà la maggior parte del documento è dedicata a questioni di diritti feudali e a dettagli di legislazione medievale.

Documento spesso accantonato e poi riscoperto, dovuto anche alla sua lunga storia, con talune vicende addirittura bizzarre.

Fra tutte, si ricordi la lettera di Re Giovanni, quel sovrano reso famoso dalle gesta di Robin Hood, al Papa per chiederne l’annullamento, in quanto, a suo dire, gli era stato estorto con le minacce.

Il Papa lo esaudì, ma questo provocò la reazione dei baroni, che scatenò una guerra civile.

Poco dopo Giovanni morì di dissenteria e il suo successore approvò nuovamente la Magna Carta che riacquistò vigore.

Nel Seicento il documento fu accantonato, per poi ritornare in auge alla metà del secolo, dopo che il sovrano fu decapitato.

Alterne vicende, che si sono susseguite fino ai giorni nostri, conservando intatte diverse copie del documento originario.

Si stima, infatti, che almeno 13 copie scritte a mano con penna d’oca su pergamena sono state sottoscritte nel 1215 e alcune di esse giunte intatte fino ad oggi.

Qualunque sia la sua storia, è evidente che comunque si tratta di un documento importante per l’epoca, che rappresenta la grande attenzione al diritto nel periodo medievale.

Commenti