Teletrasportarsi nel tempo

Esistono un sacco di letteratura e film su questo argomento e sulla cosiddetta macchina del tempo. Non è raro vedere questa macchina collegata a qualche tipo di organizzazione strana in grado di sviluppare una tecnologia avanzata che si dedica al teletrasporto delle persone nel tempo. Queste organizzazioni molte volte sono pubbliche, altre volte segrete, altre volte private ma sono capaci di sviluppare questo allucinante potere che è lo spostamento nel tempo sia in avanti che indietro.

Abbiamo molti classici all’interno del cinema, come ad esempio l’esperimento Filadelfia. A mio modesto parere, qualcosa è accaduto in realtà nell’esperimento Fidadelfia. E stato girato anche un film nel 1984 in cui si parla di questo esperimento.

Chi non ha visto “Le dodici scimmie” o la serie “Il ministero del tempo”? Indipendentemente da tutto questo e tutte le narrazioni fantascientifiche che esistono, ci sono molte persone che si chiedono se realmente si stanno facendo esperimenti e prove per viaggiare nel tempo da parte di qualche tipo di organizzazione. Però la grande domanda è se qualcuno sta cercando nell’aspetto pratico di creare o chissà, forse he già questa macchina il tempo.

Voglio parlare di un caso molto particolare, semplicemente impressionante. Accadde a un avvocato, è una dichiarazione che fece un avvocato il cui nome è Andy Basiago e che presumibilmente ha partecipato ad un programma di sperimentazione di viaggi nel tempo. Questo programma si chiamava “Progetto Pegasus”. Sembrerebbe che Andy fino al 2004, sia stato un avvocato con una grande reputazione negli Stati Uniti. Era un uomo molto stimato e rispettato. Accade però qualcosa di strano nel 2004.

Improvvisamente Andy Basiago cominciò a fare una serie di dichiarazioni affermando che da ragazzino fece parte di un programma di esperimenti segreti ideati dal DARPA (DARPA è la sigla dell’ Agenzia di progettazione e investigazione avanzata di difesa). Il progetto di cui parlava Andy era il Progetto Pegasus.

All’inizio le persone vicino ad Andy furono colte di sorpresa, nessuno sospettava che un tipo con una tale buona reputazione cominciasse a fare dichiarazioni sul fatto di avere viaggiato nel tempo e di essere stato incluso all’interno di un programma di viaggi temporali ideato da un’organizzazione governativa come il DARPA. Chi rovinerebbe la propria reputazione dicendo questo? E lo immaginate voi, di avere davanti una carrierea brillante, delle grandi prospettive di carriera e all’improvviso cominciate a fare questo tipo di dichiarazioni? Avreste molto da perdere e molto poco da guadagnare. Sembrerebbe che Basiago da piccolo, e questo in base alle sue proprie parole, sia stato incluso in un progetto che, come ho detto prima, era chiamato Progetto Pegasus. Durante 5 anni, o nei 5 anni seguenti, fu coinvolto in questo progetto. E essenzialmente tutto accade alla fine degli anni sessanta e ai principi degli anni 70. In una intervista all’ Uffington Post nel 2012 assicurò che l’indagine aveva come obiettivo determinare gli effetti mentali e fisici che i salti nel tempo producono negli esseri umani. Secondo Andy non si potevano utilizzare adulti, la maturità generava una tensione che non era sopportabile da tutte le persone che erano sottomesse a questi esperimenti. Alla fine si resero conto che solo i giovani in tenera età avevano questa capacità di flessibilità che li rendeva adatti per questi salti nel tempo che, secondo Andy, si facevano sia verso il futuro che verso il passato.

Basiago dice che la tecnologia utilizzata era una specie di variante, una versione della tecnologia di Nikola Tesla. Questa tecnologia utilizzava quello che Tesla chiamava energia radiante. Questa energia radiante è una specie di energia onnipresente in tutto l’universo, questo è quello che raccontava Basiago che faceva riferimento alle ricerche di Tesla per controllare questo flusso di energia. Si disegnò una macchina ellittica di circa 2,5 metri di altezza e tre di lunghezza in cui si generava un tunnel di vortici in cui i viaggiatori alla fine entravano e arrivavano al bersaglio temporale al quale erano stati destinati.

Basiago racconta di come arrivò anche ad assistere allo storico discorso di Gettysburg. Rammentiamo che a Gettysburg fu fatto da Abramo Lincoln un famoso discorso a metà del XIX secolo. Basiago dichiara anche che durante quel famoso discorso, ebbe l’opportunità di fare delle foto e vedere delle immagini di quell’evento sociale abbastanza particolare. Racconta anche di come fu trasportato al teatro Ford. Per chi non sapesse, è il teatro dove fu assassinato Abramo

Lincoln nel 1865. Basiago aggiunse che fu teletrasportato in varie occasioni in questo teatro Ford dove Abramo Lincoln fu assassinato e dice che durante questi multipli viaggi veniva portato in punti diversi del teatro e in un’ occasione ebbe l’opportunità di vedere se stesso per il fatto che si sovrappose alla sua stessa presenza di un altro salto temporale. Come conclusione affermò che l’utilizzo di questa macchina in maniera poco adeguata, potrebbe produrre veri caos nella storia dell’umanità. Secondo Basiago non solo si poteva saltare nello spazio tempo, ma anche si poteva accedere una specie di realtà alternativa, adiacente e contigua alla linea del tempo. Esistono momenti in cui anche la II guerra mondiale potrebbe essere stata vinta da altri tipi di elementi, come ad esempio i Tedeschi, o potrebbero essersi prodotti dei cambi negli eventi storici importanti che si verificarono nelle grandi battaglie dei grandi conflitti della storia dell’umanità. E’ stato messi in risalto che ci sono realtà alternative. Riguardo ad una serie di dichiarazioni sull’atteso teletrasporto a Marte, le dichiarazioni di questo avvocato andarono molto lontano.

Disse anche che questa macchina lo portò al pianeta rosso e che ebbe l’opportunità di vedere, conversare e di effettuare praticamente le funzioni di emissario della Terra nei confronti di quelle persone che abitano il pianeta rosso. Parlò di animali preistorici che esistono su Marte dicendo che alcuni somigliano ai plesiosauri. Basiago andò molto lontano con le sue affermazioni, disse anche che il programma di teletrasporto su Marte, aveva incluso alcuni personaggi, come quello che in seguito divenne il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Immaginate un avvocato di grande reputazione che cominciò a raccontare cose di questo tipo dicendo che Obama, quando si trovava in questo programma di teletrasporto, si chiamava Barry Soetero, un nome che usava all’università di Los Angeles.

La cosa più curiosa è che Basiago decise di presentarsi alle elezioni presidenziali dell’anno 2006. Evidentemente il suo intento di accedere alla stanza ovale fu infruttuoso e non vinse le elezioni che furono guadagnate da Barack Obama. Questo però non ha ridotto le sue speranze, poiché sta preparando la campagna per le prossime elezioni del 2020. Se siete curiosi potete accedere al sito web che ha aperto per le prossime elezioni negli Stati Uniti. C’è uno slogan: “un tempo per la verità” “a time for truth”, dove spiega che, se sarà eletto, molti dei segreti che il governo mantiene come tali, saranno svelati al pubblico. E’ una storia molto complicata. Immaginate che siate una persona di grande reputazione è improvvisamente cominciate a fare dichiarazioni di questo tipo.

Non so se dubitare o se tutto sia accaduto veramente, chissà, forse le storie che racconta Basiago non sono vere ma sono state impiantate nei suoi ricordi, forse la storia che ci racconta Basiago è vera in parte e in parte è una menzogna, la questione qui e che ci è sembrato interessante parlare di questo tema per la singolarità del fatto che una persona con le sue caratteristiche sia uscito allo scoperto in questo modo e abbia fatto delle riflessioni così impattanti.

Terminano qui e come sempre diciamo: questo è tutto, il mistero è servito, ci vediamo nel prossimo articolo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here