La Grecia sceglie una Donna come Presidente della Repubblica

0
430
Katerina Sakellaropoulou nuovo presidente repubblica grecia

La Grecia ha eletto la prima donna Presidente. Si tratta del Giudice Katerina Sakellaropoulou, 63 anni, giudice, da quattro anni è a capo del massimo tribunale amministrativo della Grecia, il Consiglio di Stato dove è stata,anche in quel caso, la prima donna a rivestire quel ruolo.

Grazie al sostegno de la Nuova Democrazia Conservatrice, la sinistra SYRIZA e il Movimento per il Cambiamento di Centrosinistra la nuova Presidente della Repubblica ha ottenuto 261 voti nell’assemblea composta da 300 membri. Sostituirà a Prokopis Pavlopoulos, attualmente in carica, il cui mandato scade il 13 marzo.

Questa scelta è un chiaro segnale che le cose stanno cambiando in Grecia riguardo alla parità di genere. L’ascesa al più alto incarico del Paese “onora sia la giustizia che la donna moderna greca”, ha detto Sakellaropoulou nelle sue dichiarazioni, accettando la nomina.

“Accetto la proposta e, se eletta, dedicherò tutti i miei sforzi al servizio di questo alto dovere, come stabilito dalla costituzione”, ha affermato il giudice di lunga data.

Un sondaggio condotto dal Centro di ricerca Greco per l’uguaglianza di genere (KETHI) nell’aprile del 2019 ha rilevato che il 72% dei greci ritiene che il paese abbia bisogno di più donne in politica.

Tuttavia, un altro sondaggio condotto dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE), pubblicato nell’ottobre 2019, mostra che, con 51,2 su 100 punti, la Grecia è assolutamente all’ultimo posto nell’UE sull’indice sull’uguaglianza di genere. L’indagine ha anche affermato che la Grecia si è attivata verso l’uguaglianza di genere a un ritmo più lento rispetto al punteggio medio dell’UE, il che significa che il divario tra la Grecia e l’UE è aumentato nel tempo.

La percentuale di donne che ricoprono incarichi dirigenziali in Grecia è in aumento ma è ancora ben al di sotto della media dell’Unione europea. Secondo un sondaggio Eurostat del marzo 2019, le donne rappresentano solo il 32 percento di tutte le posizioni manageriali in Grecia, mentre la media UE è del 36 percento.

In questo contesto, la scelta di Sakellaropoulou come presidente della Grecia è una mossa significativa che indica che l’uguaglianza di genere è vitale per il futuro della Nazione.

Il giudice, nato a Salonicco nel 1956, è stata eletta all’unanimità come capo del Consiglio di Stato nell’ottobre 2018. Sakellaropoulou è anche presidente della Hellenic Society for Environmental Law dal 2015 e ha lavorato attivamente su grandi casi riguardanti l’ambiente, tra cui la diversione del fiume Acheloos in Tessaglia e la conservazione degli edifici storici dei rifugiati in Alexandras Avenue ad Atene.

Commenti