La gratitudine aiuta a diminuire lo stress

Una pillola di gratitudine al giorno

0
707



La gratitudine aiuta a diminuire lo stress. Fu Hans Selye, medico Austriaco naturalizzato Canadese che nel 1976 definì lo stress come: “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso. Lo stress è una risposta psicofisica a compiti anche diversi tra loro, di natura emotiva, cognitiva o sociale, che la persona percepisce come eccessivi”.

La gratitudine aiuta: può diminuire lo stress?

Spesso siamo portati ad una competitività così eccessiva da farla diventare l’unico nutrimento del nostro “io”. La gratitudine aiuta il nostro spirito, la nostra percezione del mondo, fino ad essere competitivi con noi stessi. Chiederci di superare “l’ostacolo”, il limite che è di fronte a noi, e spesso lo facciamo per compiacere gli altri. In competizione con le persone che pensiamo siano i nostri “giudici”. Ma anche i nostri “osservatori speciali, persone amiche, spesso parenti, familiari. Fino a creare un muro di insoddisfazione, inadeguatezza, odio.

La gratitudine è la spiritualità dell’accoglienza

Tanti tanti anni fa, una Persona migliore di me disse: “non di solo pane vive l’uomo”. Mi domando quante forme di spiritualità potremmo contemplare senza per forza cadere nella religione, per poterci elevare ad un grado di felicità?

La gratitudine aiuta: il pensiero positivo?

Avete mai notato che alcune persone riescono a mantenere un atteggiamento positivo anche di fronte a immense difficoltà? Secondo molti psicologi, un atteggiamento positivo può essere coltivato fino a trasformare la nostra naturale tendenza alla negatività in positività. Uno di questi atteggiamenti, che vengono consigliati come fosse un mantra spirituale è la “gratitudine”.

Gli studi dimostrano

Molti studi concordano che l’essere grati aiuti a mantenere uno stato d’animo positivo, contribuisce ad un maggiore benessere emotivo, fino al raggiungimento di un miglioramento dei nostri rapporti sociali. Ma gratitudine verso chi? O verso cosa? In definitiva verso tutto e tutti. Vivere nel “qui e ora” accogliendo le altre persone, accogliendo la nostra esistenza così come ci si pone di giorno in giorno, lasciare andare il passato e i suoi macigni offensivi e dolorosi, apprezzare quello che siamo, amare la vita con senso di accoglienza, essere grati per essere vivi, con la possibilità di giocare le nostre carte sul tavolo del grande “Mazziere”, ci da la possibilità, la gioia, la forza di respirare, sorridere, osare, amare.

Una medicina naturale

Una pillola di gratitudine al giorno ci allontana dallo stress. La Dottoressa Elisabeth Roudinesco, storica e psicoanalista francese dell’università Parigi VII Denis Diderot disse: “La gratitudine ha incredibili benefici per chi la mette in pratica. Coltivare la riconoscenza non solo favorisce il benessere emotivo tenendo sotto controllo lo stress, ma ha ripercussioni positive anche sulla salute fisica”.


Il potere della gratitudine sul posto di lavoro