LA GONNA PANTALONE E I RICORDI D’INFANZIA

0
937

di Antonietta Bonanno @MyVintageCurves
Pare che stia per tornare. Con sommo gaudio di alcune e pari disgusto di altre. E’ la gonna pantalone, quella che gli anglofoni chiamano culotte. La notizia non è sfuggita alle più famose fashion icons che, dopo averla vista sfilare in passerella da Etro, Marni e Rag & Bone l’hanno riproposta su blog e riviste sia in chiave estiva che invernale.


La prova che la tendenza è in corso sta nel fatto che anche le grandi catene low cost, comprese quelle online, l’hanno inserita nei loro cataloghi proponendo in diversi tessuti e colori, dalla tinta unita, alla pelle, al denim.
Molto in voga negli anni ’70, la indossavano Raquel Welch e Farrah Fawcett. Fra le qualità della gonna pantalone c’è la sua vocazione ad essere un capo molto democratico, indossabile quasi da tutte, a differenza degli shorts che richiedono gambe perfette e fisico slanciato. E’ comoda e casual, ma comunque chic e indossandola non si corre il rischio di cadute di stile, che sono invece frequenti quando si parla di bermuda e pantaloni a pinocchietto.
La gonna pantalone nel mio immaginario è un indumento pratico, un po’ retro forse, ma sicuramente raffinato, che ben sostituisce la gonna nei casi in cui sia necessario muoversi più agevolmente. Il fatto che io sia così ben disposta verso un capo che molte donne non sopportano è però legato ad un ricordo d’infanzia.
Avevo 9 anni ed ero entrata a far parte della banda musicale. Per mesi avevo dovuto studiare ed esercitarmi per prendere dimestichezza con il clarinetto, prima di fare la mia uscita fra le fila dei musicisti durante una sagra paesana. Quando finalmente mi venne concesso mi fu data una divisa: una giacca di lana pesante azzurra con stemmi e mostrine e una gonna pantalone che mi copriva le caviglie perché non era della mia misura.
La gonna pantalone per me rimane quella, il simbolo del raggiungimento di un traguardo, della mia prima esperienza da adulta, della mia prima, minuscola “paga”.
Quest’estate la gonna pantalone è tornata di moda ed io sono certa che ne comprerò una.