Dattero mio dorato, con la zappetta d’oro t’ho zappato, con il secchiello d’oro t’ho innaffiato, con la tovaglia di seta t’ho asciugato: spoglia a te e vesti a me!”

Nel 1634, Giambattista Basile scrive una fiaba, La Gatta Cenerentola (in originale è La Gatta Cennerentola), un sunto dei racconti popolari e delle storie cantate che arrivavano da terre lontane. Nella sua versione la protagonista diventa napoletana, arricchendosi di quel folklore e di immagini ironiche che l’hanno resa, se non la più famosa, la più divertente.

In epoca recente, Roberto De Simone, ne realizzò una stimata opera teatrale, merito anche delle musiche innovative di Domenico Virgili. La Gatta Cenerentola di Basile è meno innocente della classica Cenerentola, molto più viscerale e sanguigna tanto da macchiarsi dell’omicidio di una sua matrigna. Ma la fortuna non accoglie gli sfortunati e Cenerentola si ritroverà con una matrigna ben peggiore, fonte di patimento futuro.

Lo studio Mad di Luciano Stella ha deciso di rendere nuovamente omaggio alla fiaba napoletana, con un cartone ricco di attori importanti come Massimiliano Gallo (Per amor vostro), Maria Pia Calzone (Gomorra), Ciro Priello (The Jackal) e Alessandro Gassman. I loro personaggi sono rispettivamente, il boss Salvatore, la donna del boss, una delle sorellastre e il poliziotto amico di Cenerentola. Quest’ultima è Mia, ragazza muta non per nascita ma diventata tale a seguito della morte del padre per mano della camorra. La favola diventa quindi dark, sottolineata anche dai colori e dai toni del cartone, grazie alla regia di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarneri, Dario Sansone.

L’uscita del cartoon è prevista per il 14 settembre 2017 in tutte le sale italiane, nel frattempo La Gatta Cenerentola ha sollevato consensi e plauso della critica alla Mostra di Venezia, segno del valore del progetto e di quanto prestigiosa sia l’eccellenza dell’animazione italiana, troppo spesso sottovalutata a discapito di colossi americani più noti.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here