La Francia contro l’alleanza AUKUS e il presidente Biden

0
379
AUKUS

La Francia si scaglia contro l’alleanza AUKUS, la nuova alleanza tra USA, UK e Australia. I tre Paesi si sono impegnati per un partenariato per la zona indo-pacifica per contenere la “minaccia cinese”, di fatto escludendo la Francia. Il governo francese ha accusato il presidente americano Joe Biden di “prendere decisioni imprevedibili” come l’ex presidente Trump dopo che Canberra ha annullato un accordo di difesa sottomarina da 40 miliardi di dollari che Parigi aveva firmato con il governo australiano.

La Francia contro l’alleanza AUKUS: cos’è successo?

Dopo la nuova partnership tra USA, Gran Bretagna e Australia, la Francia si scaglia contro il presidente americano Joe Biden. Secondo quanto riportato da Reuters, Parigi avrebbe affermato che Biden si è comportato come il suo predecessore Donald Trump nell’accordo sui sottomarini australiani. Il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, a radio franceinfo, ha dichiarato: “Questa decisione brutale, unilaterale e imprevedibile mi ricorda molto quello che faceva il signor Trump. Sono arrabbiato e amareggiato. Questo non deve essere fatto tra alleati”. Le Drian ha poi aggiunto: “È una pugnalata alle spalle. Abbiamo creato un rapporto di fiducia con l’Australia e quella fiducia è stata infranta”.

Biden ha rispsoto alle critiche affermando che la Francia è un “partner chiave nell’indo-pacifico”. Mente il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato che “l’Australia non vede l’ora di continuare a lavorare a stretto contatto e positivamente con la Francia“, aggiungendo che “la Francia è un amico e un partner chiave per l’Australia e l’Indo-Pacifico”.

L’accordo tra Parigi e Canberra

La Francia aveva stretto un accordo con l’Australia nel 2016. Quell’anno Canberra aveva scelto Naval Group, un costruttore navale francese, per costruire sottomarini per un valore di 40 milioni di dollari. Due settimane fa l’Australia aveva riconfermato l’accordo. Ora però il governo australiano ha deciso di rivolgersi agli Stati Uniti per i nuovi sottomarini. Diversi analisti affermano che le azioni di Washington in Australia potrebbero mettere a dura prova i legami transatlantici.


Leggi anche: AUKUS: la nuova alleanza anti-Cina di USA-UK-Australia