La follia del re senza trono e senza regno

0
232
La follia del re senza trono e senza regno

La follia del re senza trono è l’ultimo grido di Trump. La Francia già sfibrata dal virus, si deve trovare anche a fare i conti con nuovi dazi statunitensi. La follia in questo momento sembra non avere più confini, ma non è il solo folle. Infatti Trum impone nuovi inconcepibili dazi suoi vini e i cognac francesi.

La follia del re ma non vi fate ingannare: c’è un motivo?

La notizia dei nuovi dazi già annunciata lo scorso 31 dicembre è entrat in vigore il 12 gennaio. Si tratta del 25% in più sui vini e i cognac francesi. Tra le misure anche un aumento del 15% dei prezzi di componenti di aeroplani, nell’ambito della disputa Boeing/Airbus tra Stati Uniti ed Unione Europea. Ma l’inganno che molti trascurano è che da un bel po’ di anni, la Napa Valley è salita di quotazione. Infatti i vini californiani hanno vinto diversi premi anche in Europa. Personaggi come Nolas Ozanam con maestra sapienza la realtà fanno il quadro della situazione.

L’allarme dei francesi e la follia del re

Nolas Ozanam, delegato della Federazione Generale degli Esportatori francesi di vini e liquori, spiega: “Le misure entrate in vigore stanotte, sommate a quelle che già esistenti hanno un impatto di un miliardo di euro. E’ come se i vigneti della Provenza o quelli dell’Occitania fossero cancellati dalla cartina in un colpo solo“. La follia del re senza trono ha sicuramente tenuto in considerazione questo aspetto.

Aumentando i dazi sui vini francesi aumenta il mercato dei californiani

Negli ultimi 10 anni i produttori di cognac hanno visto più che raddoppiare le vendite delle loro bottiglie negli Stati Uniti, il che ha reso il liquore francese il prodotto più esportato. Una bottiglia su due di Bordeaux è bevuta negli Stati Uniti. Poi è arrivata l’amministrazione Trump e guarda casa, dopo l’annuncio di valorizzare i prodotti interni, i dazi sui vini piovono sulla Francia. “Durante il 2020, avevamo ancora qualche prodotto che non era stato colpito da queste sanzioni. Ora non più. Non ci sono più scappatoie per la filiera. Ecco perchè è sempre più necessario trovare una soluzione immediata“, continua Ozanam.

Washington annuncia tasse aggiuntive sui prodotti francesi e tedeschi

Ma allora cosa sono i vini californiani?

Il vino made in Usa per eccellenza è quello prodotto in California, se si pensa che circa l’85% del vino statunitense proviene da questo stato. I più fini Cabernet Sauvignon, Merlot, Chardonnay e il minoritario Sauvignon Blanc provengono dalle più fresche e ventilate aree costiere e pre costiere come Mendocino a Nord o Monteroy, Paso Robles e Santa Barbara al centro. I vini californiani sono oggi sempre più presenti anche sulle nostre tavole. E guarda caso arriva la follia del re, infatti l’amministrazione Trump è stata una delle più attive di sempre nell’introduzione di imposte doganali. Il cognac, insieme ad altri superalcolici francesi e tedeschi, è una delle vittime collaterali della disputa tra Washington e l’Unione Europea sui sussidi a Boeing e Airbus. Ma è anche vero che il consumo di vini californiani è aumentato esponenzialmente.

Commenti