Al Franchi la Fiorentina ospita il Cagliari di Rastelli che cerca di tornare alla vittoria dopo aver subito cinque gol nell’ultimo turno di campionato dall’Inter.

Sousa mette in campo una formazione più che mai offensiva con Chiesa titolare affiancato a Saponara, Bernardeschi e Kalinic, mentre il Cagliari si affida alla coppia Joao Pedro Borriello.

PRIMO TEMPO – I viola cercano di partire forte ma la prima vera occasione è opera di Joao Pedro che si rende pericoloso con un colpo di testa il quale viene parato agevolmente dal portiere avversario.

Al 13° Chiesa ha l’occasione per portare in vantaggio la sua squadra ma il suo sinistro sfiora il palo.

Al 20° ancora una palla gol per la Fiorentina, questa volta è Tello a calciare, ma il suo tiro è sventato da un grande intervento di Rafael. I viola si rendono maggiormente pericolosi nel primo tempo, ma non sfruttano al meglio le tante occasioni create; Kalinic ha l’opportunità di sbloccare la partita, ma sugli sviluppo di un calcio d’angolo il croato con un colpo di testa non riesce a trovare lo specchio della porta.

Il Cagliari si rivede in attacco al 40° con un cross tagliato di Isla che però viene intercettato da Tatarusanu.

Dopo due minuti di recupero concessi da Gavillucci il risultato non cambia e le due squadre vanno a riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Rastelli effettua il primo cambio della partita, fuori Murru per Miangue.

Il Cagliari nella seconda metà di gioco si rende più propositivo, creando di più e portandosi più volte vicino al vantaggio; infatti al 58° è proprio Borriello a rendersi pericoloso con una girata al volo ma bravo Tatarusanu che salva alzando la palla sopra la traversa.

Al 66° Sousa apporta una doppia sostituzione prima togliendo Saponara per Ilicic e poi dentro Sanchez che rileva Tomovic; Rastelli risponde invece inserendo Sau al posto di Joao Pedro.

Al 79° i fischi dei tifosi della Fiorentina si fanno più insistenti contro l’allenatore viola che fa uscire Bernardeschi per Badelj. Un minuto più tardi il Cagliari ha la miglior occasione della partita, Sau con un colpo di testa riesce a trovare solo il palo a Tatarusanu battuto smorzando l’urlo di gioia dei supporter cagliaritani.

Rastelli nei cinque minuti finali effettua l’ultimo cambio a disposizione sostituendo Ionita per l’entrata in campo di Padoin.

Al 90° ancora il Cagliari vicino al gol, Barella su ripartenza è più veloce dei difensori viola ma arrivato a tu per tu con Tatarusanu non riesce a essere incisivo mandando la palla a lato, grande occasione sprecata dagli uomini di Rastelli.

Giacomelli concede quattro minuti di recupero e quando ormai i tifosi viola aumentano i fischi sia contro l’allenatore che contro la squadra e la dirigenza, ci pensa Kalinic a portare a casa tre punti fondamentali, al 92° il croato su assist di Tello riesce a battere un ottimo Rafael con un colpo di testa, facendo vincere i viola e smorzando temporaneamente le proteste della tifoseria.

I viola riescono ad ottenere tre punti importanti dopo una sconfitta e due pareggi e salgono a quota 45 punti, mentre i sardi dopo aver disputato una buona gara sopratutto nella ripresa rimangono a 32 punti, ma l’Europa per la formazione di Sousa rimane un miraggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here