La ferita, l’installazione sulla facciata di Palazzo Strozzi

0
847

Ci troviamo a Firenze, davanti a Palazzo Strozzi. Siamo di fronte ad un’opera d’arte, uno squarcio nella parete che mostra l’interno delle stanze. Il titolo è La ferita, ed è un’installazione dell’artista JR.

La ferita di Palazzo Strozzi, cosa rappresenta?

L’installazione artistica è alta 28 metri e larga 33, e resterà esposta fino ad agosto. Realizzata con un collage fotografico in bianco e nero, è pensata come un gioco d’illusioni, da cui si possono osservare gli interni di Palazzo Strozzi: il colonnato del cortile, un’immaginaria sala espositiva e una biblioteca. Con quest’opera il suo artista, JR, francese, classe 1983, ci invita ad una riflessione sull’accessibilità nei luoghi culturali al tempo della pandemia. La stessa La ferita fa parte di un progetto più ampio, denominato Palazzo Strozzi Future Art, e si pone l’obiettivo di promuovere la creatività, coinvolgere il pubblico e sostenere le nuove generazioni per un rilancio del sistema.


Gli Uffizi di Firenze celebrano l’8 marzo


JR, genio e creatività

Come abbiamo già detto JR è francese, e lo stile collage è ciò che contraddistingue tutte le sue opere. Di sé stesso dice di “disporre della più grande galleria d’arte immaginabile, i muri del mondo intero”. Ha creato moltissimo e in tutto il mondo, nelle favelas di Rio de Janeiro, nella piazza del Louvre, a New York, fino al carcere di massima sicurezza di Techachapi, in California.

La ferita spiegata dal suo autore

“Questa opera risveglia tante cose in tutti noi e quello che mi interessa è che ognuno la interpreterà in base alla sua storia, ognuno avrà una lettura differente. Un’opera del genere resta per pochi mesi, ma la sua immagine resterà nella testa delle persone anche in futuro e penso che anche quando non ci sarà più le persone che l’hanno vista andranno a vedere cosa c’è dietro a quel muro” ha spiegato. Se volete seguire JR, potete sulla sua pagina Facebook.

Facebook pagina ufficiale