La famiglia Medici: le tracce nella Firenze di oggi

Da Cosimo a Lorenzo: a Firenze le tracce della dinastia medicea

0
181

La famiglia Medici: gloriosa e nobile casata fiorentina nonchè indiscussa protagonista nella storia d’Italia e d’Europa dal XV al XVIII secolo.

La casata con la fondazione del Banco dei Medici acquistò ricchezza e potere. Divenne finanziatrice delle realtà più influenti nel panorama politico ed europeo. Con l’avvento al governo di Cosimo e di suo nipote Lorenzo il Magnifico il potere mediceo ebbe una risonanza straordinaria. Difatti il Rinascimento italiano, bellissimo nelle sue diramazioni artistiche, politiche e culturali, ruotava tutto intorno alla famiglia medicea.


Lorenzo de’ Medici, ricorre oggi l’anniversario della morte del Signore di Firenze


Il 1° agosto 1464 moriva Cosimo de’ Medici

Oggi ricorre l’anniversario della morte di Cosimo de’ Medici, l’arbitro assoluto della politica fiorentina del quattrocento. Il pater patriae di Firenze conservò il potere per oltre trent’anni. Rafforzò bene la posizione della famiglia medicea al governo della città toscana.

Amante delle arti, Cosimo investì gran parte del suo enorme patrimonio privato per abbellire e rendere eminente la città che gli diede i natali.


Cinquecento anni dalla nascita di Cosimo I de’ Medici


Le tracce della famiglia Medici nella Firenze contemporanea

La famiglia Medici ha contribuito a rendere grande e splendida Firenze. Le “tracce” della nobile famiglia sono ancora oggi molto ben visibili nei monumenti, nelle piazze e negli edifici storici di Firenze.

Ecco un itinerario per un’originale passeggiata nel centro storico di Firenze. Una visita appassionata proprio sulle orme della celeberrima famiglia Medici.

Facciamo un salto indietro nel tempo fino al 1400-1500. Ecco le tappe nel cuore della città:

Palazzo Medici Riccardi

Basilica di San Lorenzo

Palazzo vecchio

La Galleria degli Uffizi

Palazzo Pitti e Boboli

Palazzo Ramirez

Museo dell’opera del Duomo

Palazzo Sforza di Almeni in via de’ Servi

Palazzo Budini Gattai in via de’ Servi

Piazza SS Annunziata e monumento a Ferdinando.

La famiglia Medici e la bellezza di Firenze

L’itinerario per scoprire i luoghi della famiglia Medici

Il Palazzo Medici Riccardi fu la prima residenza medicea. Cosimo il Vecchio affidò a Michelozzo i lavori del Palazzo che iniziarono nel 1444 e terminarono nel 1462.

Sulla Piazza San Lorenzo si affaccia l’antica Basilica di San Lorenzo. Nel Quattrocento Cosimo il Vecchio affidò a Filippo Brunelleschi il progetto di rinnovo della Chiesa. La Basilica di San Lorenzo divenne il luogo di sepoltura della famiglia Medici proprio a partire da Cosimo il Vecchio, che fu sepolto in un pilastro al di sotto dell’altare centrale.

Palazzo Vecchio e la Galleria degli uffizi

Nel 1540 Palazzo Vecchio, allora Palazzo dei Priori, divenne la residenza ufficiale del Duca Cosimo I de’ Medici e della sua corte. Il Palazzo ebbe diverse trasformazioni ed i lavori nel 1555 furono affidati a Giorgio Vasari.

Nella Piazza della Signoria troneggia il monumento equestre di Cosimo I commissionato al Giambologna da Ferdinando, figlio di Cosimo (che vedremo rappresentato in modo analogo in Piazza Santissima Annunziata).

La Galleria Degli Uffizi, progettata dal Vasari, è la perla di Firenze. Nati come uffici delle magistrature granducali, gli Uffizi diventarono poi galleria (privata) nel 1581.

La famiglia Medici: la galleria degli Uffizi

Palazzo Ramirez de Montalvo e il Museo dell’opera del Duomo

Palazzo Ramirez de Montalvo si trova in Borgo degli Albizi e si distingue per la preziosa decorazione della facciata, detta “a sgraffio”. Il palazzo ospitò Antonio Ramirez de Montalvo, coppiere di Cosimo I de’ Medici. All’ingresso del Museo dell’Opera del Duomo, proprio sulla porta d’entrata, spicca un piccolo busto di Cosimo I con la corona granducale e lo stemma mediceo.

In via de’ Servi si trovano altri due palazzi della “corte”. Stiamo parlando del Palazzo di Sforza Almeni e del Palazzo Budini Gattai. Quest’ultimo edificio fu acquistato dal segretario di Cosimo, Ugolino di Jacopo Grifoni, e contribuì alla sua costruzione anche Bartolomeo Ammannati. È l’unico esempio di palazzo con mattoni a vista di Firenze.

La famiglia Medici nella Piazza Santissima Annunziata

Il nostro percorso nella Firenze dei Medici del ‘500 finisce nella bellissima Piazza Santissima Annunziata.

L’arte è eterna. I Medici lo sapevano bene.

Commenti