La dieta senza carne: riduce il rischio di cancro del 14% (lo studio)

0
717
dieta a base vegetale
dieta a base vegetale: uno studio ne conferma l'efficacia

La dieta senza carne, è associata al minor rischio di sviluppare il cancro, del 14%, lo dice uno studio dell’Università di Oxford.

La dieta senza carne: studio di Oxford

Un nuovo studio, co-finanziato dal World Cancer Research Fund e dal Cancer Research UK, ha scoperto che seguire una dieta vegetariana è associato al minor rischio di sviluppare il cancro. Il team di Oxford ha studiato la relazione tra dieta e rischio di cancro analizzando i dati. Oltre 472.000 adulti britannici raccolti dalla UK Biobank tra il 2006 e il 2010. Questo arriva poche settimane dopo che il Parlamento europeo ha invitato l’UE a promuovere una dieta a base vegetale per combattere il cancro.

La dieta senza carne: i partecipanti

I partecipanti hanno riferito quanto spesso mangiavano carne, e sono stati raggruppati in quattro diverse categorie a seconda del loro tipo di dieta, come segue:

A Gruppo 1: mangiatori regolari di carne (quelli che mangiavano carne più di cinque volte a settimana)

B Gruppo 2: Consumatori bassi di carne (quelli che mangiavano carne cinque volte o meno a settimana)

C Gruppo 3: Pescatori (coloro che mangiavano pesce e cibi vegetali)

D Gruppo 4: Vegetariani (diete prive di tutta la carne)

Sviluppo dello studio

Tutti i partecipanti erano liberi dal cancro al momento in cui sono stati reclutati. Sono stati seguiti per più di 11 anni per vedere se ne sviluppavano. Nel corso dello studio, il 12% dei partecipanti, pari a 54.961 persone, ha sviluppato diversi tipi di cancro. Dal cancro alla prostata al cancro al seno in postmenopausa. Rispetto ai mangiatori regolari di carne, essere un basso consumo di carne è associato a un rischio inferiore del due per cento di cancro. Nel frattempo, chi non mangia pesce aveva sviluppato un rischio ridotto del 10 per cento. E i vegetariani avevano il 14 per cento in meno di probabilità di sviluppare il cancro.

Dieta vegana: i cibi migliori da mangiare quotidianamente

I tipi di cancro su i vari soggetti

In termini di tipi specifici di cancro, i ricercatori hanno trovato che:

I mangiatori a basso contenuto di carne aveva un rischio inferiore del nove per cento di sviluppare il cancro all’intestino rispetto ai mangiatori regolari di carne
Le donne vegetariane aveva il 18% in meno di probabilità di sviluppare il cancro al seno in postmenopausa rispetto a quelle che mangiavano regolarmente carne
Gli uomini vegetariani aveva un rischio inferiore del 31 per cento di cancro alla prostata
Gli uomini pescatori aveva un rischio di cancro alla prostata inferiore del 20 per cento.
Mentre i ricercatori hanno trovato che essere un basso consumo di carne, pescatarian o vegetariano era associato con un rischio inferiore di tutti i tumori. Altri fattori come il fumo e l’indice di massa corporea possono anche giocare un ruolo.

Risultati: la dieta senza carne

Lo studio, in definitiva, suggerisce che uno specifico comportamento alimentare, come un ridotto consumo di carne o seguire una dieta vegetariana. Può avere un impatto positivo sulla riduzione del rischio di alcuni tumori. Questo è in linea con il consiglio di lunga data del World Cancer Research Fund che le persone dovrebbero limitare l’assunzione di carne rossa e lavorata. E mangiare più cibi integrali come frutta fresca, verdura, cereali integrali e legumi.