La dieta Montel: come attivare il metabolismo e perdere peso

0
589
Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Esistono davvero tantissime teorie su quale sia il modo migliore per perdere peso e tenersi in forma; diete, esercizi fisici mirati, prodotti specifici. Eppure secondo il Dott. Luis Montel, specialista in medicina dello sport, nessuno di questi metodi sarebbe realmente efficace; la dieta Montel prevede che venga attivato il metabolismo prima di fare qualsiasi esercizio o pasto: solo così la “fabbrica” umana può lavorare correttamente e bruciare i grassi non necessari.

Gli studi del Dott. Luis Montel

Nel corso della sua evoluzione, l’essere umano ha imparato per sopravvivere ad accendere il fuoco con ogni mezzo e a cacciare. Per farlo, si svegliava certamente molto presto al mattino e camminava per tantissimi kilometri senza prima poter mangiare; anzi, spesso sicuramente era costretto a razionare il cibo e a nutrirsi solo del necessario a reintegrare ciò che aveva precedentemente consumato. Per elaborare la dieta Montel, il medico omonimo è partito proprio da questo concetto: l’essere umano ha bisogno di ingerire solo ciò che è necessario a mantenere l’equilibrio metabolico all’interno del suo organismo, nulla di più. Per farlo nel modo corretto sarebbe preferibile mangiare solo dopo aver attivato il metabolismo, secondo lo schema 11-2-9.

La dieta Montel: 11-2-9

Secondo il Dott. Montel la cellula lavora come una “fabbrica”: per poter fare bene il suo lavoro bisogna prima accendere i macchinari, lasciare il tempo che si “scaldino” e poi metterli in azione. Lo stesso vale per il nostro organismo. Appena svegli le nostre cellule iniziano ad attivarsi, ma ci vogliono un pò di ore perchè lavorino a pieno regime e quindi consumino energia; per questo motivo la migliore finestra metabolica per ingerire cibo sarebbe quella che va dalle 11 del mattino alle 3 del pomeriggio, quando la “fabbrica” lavora effettivamente a pieno regime.

https://www.periodicodaily.com/metabolismo-addormentato-ci-pensano-gli-integratori/

Che cosa prevede nella pratica la dieta Montel?

Questa dieta prevede innanzitutto di eliminare la colazione come pasto principale. Appena svegli infatti non abbiamo bisogno di reintegrare energie, al massimo possiamo aiutare il nostro metabolismo ad “accendersi” con un attivatore: the o succhi di verdura sarebbero l’ideale per iniziare la giornata. Per quanto riguarda il pranzo, questo andrà suddiviso in due pasti più leggeri; uno alle 11, quando sicuramente inizierà a venirci un pò di fame, ed uno alle 14, in modo da non appesantirci troppo ma nello stesso tempo avere sufficienti energie per affrontare il pomeriggio. Il terzo pasto della giornata sarà alle 21, e andrebbe fatto solo dopo aver dedicato un pò di tempo all’ esercizo . Intorno alle 17 Montel suggerisce di prendere un frullato proteico e di dedicarci all’attività fisica; solo dopo potremo finalmente cenare, preferibilmente con una piccola porzione di proteine accompagnata a creme, puree o zuppe semi-solide.

https://www.periodicodaily.com/running-o-walking-e-meglio-correre-o-camminare-per-tenersi-in-forma/

Quali cibi è meglio mangiare?

Come in tutte le fabbriche, il prodotto finale dipenderà innanzi tutto dalla materia prima. Per questo motivo è necessario fare sempre attenzione a ciò che si mangia. Sarebbero da preferire i cereali, semi, riso integrale, avena, oli vegetali non raffinati nè fritti, frutta a guscio, mirtilli, uvetta, pesce, pollo yogurt, frutta e verdura. Anche le uova fanno molto bene, ricordandosi però di non eccedere con i tuorli (la proporzione rossi:bianchi ideale sarebbe 1:3). Inutile dire che l’acqua è essenziale! Bisognerebbe berne almeno 2,5/3 litri al giorno.

Quali invece evitare?

Zucchero e farina bianchi, fritti, carne rossa, latte non fermentato, coloranti e conservanti alimentari, grassi animali e grassi vegetali saturi: ecco quali sono i cibi che andrebbero sempre evitati o mangiati in piccolissime quantità. Oltre a questo, occorre sempre ricordare quanto sia essenziale consultare un medico prima di intraprendere una dieta di qualsiasi tipo ed associare la stessa a della sana attività fisica, anche solo una bella camminata all’aria aperta. Secondo il Dott. Montel i risultati saranno garantiti!