Mountainmuseum, il sito del Museo della montagna e del Musée alpin

I materiali sono stati digitalizzati e catalogati tra il 2017 e il 2020

0
282
Mountainmuseum è il museo della cultura alpina
La cultura delle Alpi è più fruibile dal pubblico (foto tratta da Wikipedia)

La cultura alpina è on line sul sito Mountainmuseum. Il museo nazionale della Montagna del Cai di Torino e il Musée alpin di Chamonix-Mont-Blanc hanno messo in rete le collezioni per farle apprezzare dal pubblico di tutto il mondo. L’iniziativa rientra nel progetto Interreg Alcotra iAlp per la valorizzazione del patrimonio demoetnoantropologico delle zona montane. Il lavoro ha riguardato la catalogazione e la digitalizzazione dei materiali delle due esposizioni permanenti. L’impiego della tecnologia tridimensionale rende più realistica la visione di parte degli oggetti riuniti nei musei.

Mountainmuseum è un viaggio alla scoperta dei molteplici aspetti della montagna. Le caratteristiche paesaggistiche e naturali che hanno reso mete turistiche alcune località delle Alpi raccontano la nascita degli impianti di risalita. In riferimento all’arrivo dei visitatori nelle vallate montane, alcune pagine del sito parlano dei rifugi e dei personaggi famosi che vi soggiornarono. Una galleria descrive l’alpinismo e le conquiste delle vette degli ultimi secoli coi protagonisti delle imprese più celebri. Immagini e materiali descrivono poi l’organizzazione delle Olimpiadi invernali e i campioni che hanno partecipato agli eventi sportivi. Un sezione riunisce le informazioni e le fotografie delle tradizioni e dei lavori che si svolgevano nel passato in queste zone.

Alcune collezioni del Mountainmuseum sono in 3D

Il lavoro di riproduzione in 3D di una selezione dei materiali conservati nei musei è degno di nota. Le atrezzature per l’alpinismo possono essere osservate da vicino con un click da varie angolature. Interessanti anche le sezioni del cinema delle Alpi e quella dei giochi per i più piccoli.

Il museo della cultura alpina avvicina gli utenti alle terre alte in via di spopolamento e alle loro genti. La collaborazione tra le realtà di Torino e Chamonix è la base per futuri progetti con altri centri di documentazione sulla stessa tematica.

Commenti