La crisi di governo letta sulla stampa estera

0
609
crisi di governo

Non è sfuggita alla stampa estera la crisi di governo che ha spaccato l’Italia in questi giorni. A partire dalla mozione di sfiducia avanzata da Salvini nei confronti del primo ministro Conte, fino allo scontro diretto che li ha visti protagonisti nel primo pomeriggio di ieri e alle dimissioni di fronte al Presidente della Repubblica Mattarella. Le fasi di un governo del fallimento che sono riusciti a portare ancora una volta l’Italia e la sua storia sulle copertine dei quotidiani internazionali.

“Le dimissioni del primo ministro aggravano la crisi politica in Italia” intitola El Pais spagnolo, mentre il Bild di Germania colpisce con il suo sottile umorismo definendo la strategia politica di Salvini un vero e proprio “Bluff” destinato al fallimento. Perché, se le dimissioni di Giuseppe Conte hanno riecheggiato tra le pagine di tutto il mondo, non sono passate indifferenti nemmeno le parole che ha trovato che definire le manovre attuate da Salvini in questo anno passato, arrivando a definirlo senza tanti giri di parole, un irresponsabile.

crisi di governo
Cosa pensa la stampa estera della crisi di governo

“Il Primo Ministro italiano Giuseppe Conte da le dimissioni, attacca Salvini come un irresponsabile” si legge tra le notizie dell’inglese CNN. “Durante un discorso di un’ora al Senato italiano – si riporta nell’articolo – Conte ha lanciato un attacco atroce a Salvini, vice primo ministro e ministro degli interni del Paese.” AlJazeera invece continua: “Conte ha descritto le azioni di Salvini come avventate. […] L’Italia deve concordare un bilancio nei prossimi mesi per evitare crescenti tensioni con l’Unione europea sulla gestione dei suoi debiti da parte di Roma.”

Crisi di Governo: l’invervento di Matteo Salvini

Eppure, tra gli aspetti che tuonano nella stampa internazionale a conclusione del dibattito, non vi sono solo le non velate frecciatine lanciate tra il PM Conte e Matteo Salvini, bensì anche un clima di tensione che si poteva respirare anche dall’altra parte di uno schermo, tanto che El Pais ha definito – pur non essendo per loro una sorpresa – la discussione di ieri pomeriggio come una “sessione piena di rabbia”, sensazione percepita anche dai colleghi tedeschi. È lo Spiegel a intitolare: “Le dimissioni del Premier Conte bloccano l’Italia in una nuova difficile crisi politica” ricordando come quelle parti che ieri pomeriggio si accusavano l’una con l’altra, abbiano guidato insieme un governo per poco più di un anno. Mentre ora, colgono ogni occasione per urlare “Salvini, traditore!”. Infine, il quotidiano tedesco tiene a sottolineare come il comportamento dei parlamentari si sia dimostrato educato anche in camera dove “non importava chi stesse parlando, il campo avversario infuriava.”

crisi di governo

Insomma, come ha sottolineato il quotidiano spagnolo, “Era già da alcuni giorni che si stava materializzando la decisione di rottura dell’Esecutivo che avrebbe portato alla messa in modo della macchina istituzionale per la ricerca di un’alternativa, come una maggioranza che permetta di dar vita a un nuovo Governo nella legislatura in corso.”

Ma se mentre Salvini sostiene che rifarebbe tutto ciò che ha fatto fino ad oggi, lo Spiegel si chiede: “[l’Italia] sta diventando un modello di stato populista di destra con un’agenda socialmente ostile, socialmente conservatrice, di ispirazione religiosa ed economicamente sconsiderata? O sta tornando ai due cardini della sua politica, la cooperazione europea e transatlantica, come l’uscente capo del governo Conte ha detto nel suo ultimo discorso.

Commenti