La crescita economica stimola la domanda di merci

0
358

L’industria degli autotrasporti ha beneficiato di un’economia in crescita, ma permangono alcuni venti contrari come l’inflazione e la pandemia, ha affermato un economista del settore. Tuttavia, un altro economista ha affermato che quando la domanda di merci si riduce, l’industria dovrebbe avere abbastanza driver per soddisfare la domanda. Ma non è così e sta aumentado la disponibilità di camion usati in Germania.

Le previsioni economiche 2021 del settore merci

In un recente webinar, Bob Costello, capo economista del gruppo commerciale American Trucking Associations, ha fornito una previsione economica e aggiornamenti sull’industria degli autotrasporti. Ha qualificato le sue proiezioni in base alle tendenze esistenti senza tener conto di come la nuova variante COVID potrebbe influenzarle. “Aumenta le incognite nelle prospettive a breve termine”, ha detto. “Ma a lungo termine penso che avremo a che fare con questo genere di cose mentre ci muoviamo nei prossimi anni e probabilmente oltre”. Ha affermato che storicamente il PIL è aumentato di circa il 2% all’anno e quest’anno, 2022 e 2023, si aspetta che il PIL sia superiore a quello. “Abbiamo pompato un sacco di soldi in questa economia, ed è un’economia che sta ricominciando a crescere e ad uscire da una forte recessione”, ha detto Costello. Ha aggiunto che il mercato del lavoro è un indicatore della spesa dei consumatori e le persone spendono di più quando il mercato sta migliorando. E sta migliorando ma non è tornato ai livelli pre-pandemia.

La forza lavoro e la disoccupazione

Il tasso di disoccupazione in USA è sceso al 4,2% a novembre, dal 4,6% di ottobre. Il tasso ha continuato a scendere da un picco del 14,8% ad aprile 2020. Il tasso era del 3,5% a febbraio 2020. Costello ha notato che il tasso di partecipazione alla forza lavoro rimane basso e lo ha confrontato con il tasso della Germania che è aumentato di quasi 5 punti percentuali negli ultimi 20 anni, mentre il tasso degli Stati Uniti è sceso più o meno allo stesso tasso nello stesso periodo. I tassi dei due paesi hanno raggiunto quasi lo stesso livello a circa il 62%. “Penso che ci sia meno stigma sul lavoro degli operai e non spinga tutti al college“, ha detto a proposito della tendenza in Germania. “Questo è qualcosa che dobbiamo affrontare come società”.

L’aumento delle vendite al dettaglio

Ha detto che le vendite al dettaglio sono aumentate di quasi il 20% finora quest’anno, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ha spiegato che gli acquirenti stanno tornando nei negozi, ma questo non ha influito sull’e-commerce. “Questo perché le persone hanno più soldi in tasca, anche quelle persone che hanno perso il lavoro durante la pandemia”, ha detto. “Avevamo i soldi degli incentivi e ora abbiamo i crediti d’imposta per i bambini. Questo aiuta le persone a spendere più soldi… Ciò significa che ci sono più soldi per comprare le cose che l’industria trasporta, e in definitiva è una buona cosa.” Si aspetta che il trasporto merci al dettaglio rimanga forte mentre le vendite di merci rimarranno solide nel 2022. Ha citato il basso rapporto scorte/vendite sul motivo per cui la domanda di merci manterrà la sua forza. Anche se le vendite rallentano all’inizio del prossimo anno, i rivenditori dovranno portare in inventario per tornare ai livelli pre-pandemia, ha osservato.


Manovra, 32 miliardi per nuovi investimenti su infrastrutture e mobilità

PROBLEMI DI OFFERTA, INFLAZIONE

Nel frattempo, anche l’inizio di nuove case è forte, con più case unifamiliari costruite quest’anno che in qualsiasi altro anno dal 2006, ha affermato Costello, aggiungendo che il ritmo della costruzione di nuove case è rallentato a causa dei vincoli di offerta, non della mancanza di domanda. Il settore delle costruzioni sta affrontando vincoli di offerta di manodopera e materiali. Si aspetta che la costruzione di nuove case diminuirà leggermente nel 2022, a partire da quest’anno. Ma ha affermato che è probabile che il settore delle costruzioni trarrà vantaggio dalla legge sulle infrastrutture da $ 1,2 trilioni che il Congresso ha recentemente approvato. Un altro settore che è stato forte quest’anno è stato quello manifatturiero, nonostante le sfide della catena di approvvigionamento, ha affermato.

Uno dei rischi per l’economia è l’inflazione

Negli USA è aumentata del 6,2% ad ottobre, rispetto allo stesso mese del 2020, e Costello prevede un peggioramento a breve termine, salendo a oltre il 7% nei prossimi mesi. Di conseguenza, non si aspetta che la Federal Reserve aumenti presto i tassi di interesse, ma faciliterà gli acquisti di asset. Quest’ultimo dovrebbe concludersi entro il secondo trimestre del 2022, il che potrebbe portare a un aumento dei tassi di interesse, ha affermato. L’aumento dell’inflazione può essere attribuito all’offerta di prodotti e lavoro che non è in grado di tenere il passo con la domanda di prodotti e lavoro, ha spiegato. Tuttavia, entro la fine del 2022, prevede che l’inflazione si avvicinerà al 3%.

SODDISFARE LA DOMANDA

Costello ha affermato che la domanda di merci è stata forte, ma i vettori a contratto stanno lottando per soddisfare la domanda. Di conseguenza, gli spedizionieri cercano nel mercato spot per soddisfare la domanda. Nel mese di ottobre, l’indice di tonnellaggio dei camion a noleggio destagionalizzato avanzato di ATA è aumentato dello 0,4% da settembre. Nei primi 10 mesi dell’anno, il tonnellaggio è aumentato dello 0,1% rispetto allo stesso periodo del 2020. “La crescita economica rimane su basi solide, il che è positivo per i volumi di trasporto merci su camion in futuro“, ha affermato Costello. “Il problema più grande per il settore non è la quantità di domanda, ma assicurarsi di avere un’offerta adeguata. È positivo vedere che le flotte sono state in grado di trasportare più stazza negli ultimi mesi a fronte di un’offerta limitata”. Ha detto che i trasportatori di camion hanno ridotto il loro numero di camion perché non riescono a trovare conducenti e i prezzi dei camion usati sono aumentati. Inoltre, appaltatori indipendenti, o proprietari-operatori, che hanno lavorato con le flotte stanno andando al mercato spot. In un altro webinar, Aaron Terrazas, direttore della ricerca economica per Convoy, ha spiegato che gli operatori-proprietari che potrebbero essere andati in pensione prima della pandemia o al suo inizio, hanno iniziato a tornare nel settore. “È difficile assumere autisti di camion di qualità in questo momento“, ha detto. “C’è molta concorrenza per loro… È difficile assumere lavoratori per soddisfare l’attuale livello di domanda”. Terrazas ha affermato che il livello esistente della domanda è eccezionale a causa dell’aumento delle festività, dell’impatto della pandemia sull’economia e della politica fiscale e monetaria.

La domanda e il numero di autisti

A un certo punto la domanda diminuirà“, ha detto. “Ed è abbastanza probabile che una volta che la domanda si ridurrà, ci saranno abbastanza driver per soddisfare quel livello di domanda”. Ha detto che quando la crescita inizierà ad attenuarsi, si vedrà nel segmento proprietario-operatore perché è lì che i guadagni in termini di occupazione sono stati i maggiori nell’ultimo anno. Terrazas ha anche fornito previsioni sulla stagione dello shopping natalizio e sul 2022. Prevede che la spesa per le vacanze quest’anno sarà stabile o in aumento dell’1% dal 2020. Ha citato l’acquisto in anticipo, la minore fiducia dei consumatori sugli acquisti di grandi dimensioni e gli alti prezzi del gas come fattori che incidono sulla spesa . Ha notato una stima secondo cui i prezzi elevati del gas dovrebbero ridurre dell’1-2% la crescita del PIL globale quest’anno. Terrazas si è detto sorpreso di quanto sia aumentata la spesa per ristoranti e bar, dato che i viaggi rimangono al di sotto dei livelli pre-pandemia. Ha spiegato l’impatto dei viaggi d’affari sulla spesa e, se il viaggio dovesse tornare ai livelli pre-pandemia, ciò potrebbe contribuire con ulteriori 19 miliardi di dollari di spesa per ristoranti e bar. Per il 2022, Terrazas ha affermato di aspettarsi più guasti ai camion poiché i conducenti utilizzano camion più vecchi in un’offerta ridotta di nuovi camion a causa della carenza di semiconduttori. Inoltre, poiché un numero aggiuntivo di conducenti più giovani inizia a mettersi in viaggio, si aspetta che i tassi di incidenti aumenteranno l’anno prossimo.