La Corte Suprema respinge il ricorso del Texas

Svanita l’ultima possibilità di Trump di ribaltare l’esito delle elezioni presidenziali

0
433
La Corte Suprema respinge ricorso texas

La Corte Suprema ha respinto il ricorso del Texas, sostenuto dall’amministrazione Trump e da 18 Stati, in cui si chiedeva di ribaltare il risultato delle elezioni presidenziali americane del 3 novembre che hanno dato la vittoria a Joe Biden. Secondo schiaffo a Trump da parte della Corte Suprema. Martedì scorso infatti aveva respinto il ricorso dei repubblicani della Pennsylvania.

Corte Suprema respinge ricorso del Texas: svanita l’ultima possibilità di Trump?

La Corte Suprema americana ha respinto il ricorso presentato dal Texas che chiedeva di annullare il risultato delle elezioni presidenziali del 3 novembre in quattro Stati vinti da Joe Biden. Svanisce così l’ultima possibilità di Trump e dei suoi alleati di provare a ribaltare il risultato elettorale. I giudici della Corte hanno stabilito che la richiesta del Texas è priva di basi legali e non accoglibile. Il ricorso conteneva argomenti legali molto deboli e alcune falsità. Ad esempio citava una stima secondo la quale la possibilità di Biden di vincere in Michigan, Georgia, Pennsylvania e Wisconsin fossero inferiori a una su un milione di miliardi. Affermazione assurda e smentita da tutte le analisi statistiche.  

Trump non si arrende

Questa sentenza si tratta di un duro colpo per Trump che confidava nella Corte a maggioranza conservatrice. Nella sentenza i nove giudici si sono schierati tutti contro il ricorso del Texas. Quindi anche i due giudici più conservatori, Clarence Thomas e Samuel Alito, si sono uniti contro la causa di Trump. Non si è fatto attendere il commento di Trump, che come al solito ha usato Twitter per esprimere il suo disappunto. Ha scritto: “La Corte Suprema ci ha veramente deluso. Niente buon senso. Niente coraggio!”. L’avvocato personale di Trump, Rudy Giuliani, ha affermato che la battaglia non è ancora finita. La campagna del Presidente continuerà intentare azioni legali per sovvertire il risultato delle elezioni.

Biden: una sentenza inevitabile

La campagna elettorale di Biden ha affermato che non è una sorpresa che la Corte Suprema abbia respinto il ricorso del Texas. Un tentativo senza basi legali. Il portavoce della campagna, Michael Gwin, ha dichiarato: “La Corte Suprema ha respinto con decisione e rapidità l’ultimo degli attacchi di Donald Trump e dei suoi alleati al processo democratico. Questa non è una sorpresa. Dozzine di giudici, funzionari elettorali di entrambi i partiti e lo stesso procuratore generale di Trump hanno respinto i suoi tentativi infondati di negare che abbia perso le elezioni. La chiara e imponente vittoria del presidente eletto Biden sarà ratificata lunedì dal Collegio elettorale e presterà giuramento il 20 gennaio”.

Lunedì 14 dicembre, il Collegio elettorale, cioè i rappresentanti eletti alle presidenziali di ogni Stato, si riuniranno per eleggere formalmente Joe Biden.


I repubblicani cercano di ribaltare l’esito delle elezioni