“La Corte Suprema mi ha dato nuovi poteri”, così asserisce Trump

Il presidente Trump ha affermato che nel prossimo futuro farà cose molto eccitanti, perché la Corte Suprema gli ha dato nuovi poteri.

0
230
Il presidente Donald Trump.

“La Corte Suprema mi ha dato nuovi poteri”. Sono queste le parole del presidente Trump in merito alla sua interpretazione di una sentenza della Corte Suprema. Quest’ultima ha però asserito che neanche il Presidente è al di sopra della legge.

“La Corte Suprema mi ha dato nuovi poteri”

Dopo che Trump ha firmato degli ordini esecutivi bypassando il Congresso, la maggior parte degli esperti ha messo in dubbio il fatto che il Presidente abbia poteri simili. Nonostante non sia chiaro se lui lo possa fare o meno, è ovvio che Trump si sta appropriando di nuovi poteri.

Trump si giustifica dicendo che fa tutto ciò per il bene degli americani. Inoltre, accusa i democratici, che secondo lui stanno “rubando le elezioni”. Tuttavia, indipendentemente dal fatto che la mossa del Presidente di firmare ordini esecutivi alla fine possa portare dei benefici, non è il modo in cui dovrebbe funzionare la legislazione negli USA.

Infatti, in America il Congresso approva le leggi e la Casa Bianca le emana. Sotto la presidenza Trump, però, questo sistema si è sgretolato. Il Presidente e la speaker della Camera Nancy Pelosi non si parlano addirittura dallo scorso ottobre. Trump non cerca mai di trovare un compromesso, ma si appropria del potere di approvare delle leggi, cosa che invece spetterebbe al Congresso. Secondo il tycoon, la Corte Suprema gli avrebbe concesso nuovi poteri.


“Una guerra spericolata alla sicurezza sociale”, Biden commenta l’ordine esecutivo di Trump


Da dove arriva la convinzione di Trump sui pieni poteri

Lo scorso mese la Corte Suprema aveva affermato che l’ex presidente Obama aveva il potere di emanare il programma DACA. Questo programma era stato avviato da Obama bypassando il Congresso, in quanto i negoziati tra democratici e repubblicani erano in stallo. Il presidente Trump aveva chiesto quindi alla Corte di annullare il DACA.

Tuttavia, la Corte Suprema non aveva dichiarato che Obama lo aveva fatto seguendo correttamente la Costituzione. Aveva infatti affermato che Trump ha violato la sua autorità, cercando di porvi fine.

Dopo questa sentenza, gli avvocati conservatori pro-Trump hanno dichiarato che da adesso il Presidente ha più poteri di quanto si possa immaginare. Ecco come hanno interpretato Trump e i suoi legali la sentenza della Corte:

“Trump può fare cose legali o incostituzionali perché il presidente della Corte Suprema Roberts ha affermato che la Costituzione rende facile per i presidenti violare la legge. Tuttavia è difficile annullare tali violazioni, specialmente per i loro successori”.

Questa interpretazione è veramente scioccante. Infatti, in realtà il giudice Roberts aveva stabilito nella sentenza che Trump non ha l’immunità assoluta, e quindi non è al di sopra della legge. Ma è chiaro che Trump ha capito tutto l’opposto, ovvero che lui ha pieni poteri. Ha infatti detto: “La Corte Suprema mi ha dato nuovi poteri”.

Commenti