La corsa scudetto di Milan, Napoli e Inter

0
228

A sette giornate dalla fine, la sfida scudetto tra Milan, Napoli e Inter è ancora infuocata, con i rossoneri reduci dal passo falso di San Siro contro il Bologna, che ha permesso alle due inseguitrici di riguadagnare due punti sulla vetta della classifica.

Ora gli azzurri si trovano a una sola lunghezza dal vertice, grazie alla vittoria importante in casa dell’Atalanta, mentre i nerazzurri inseguono a quattro punti – merito anche del ritorno al successo in Serie A dopo un mese –, con la partita in meno ancora da recuperare proprio contro gli emiliani che hanno fatto inciampare la rivale per il titolo.

Il campionato torna in campo questo fine settimana con l’Inter che ospiterà il Verona, il Napoli che aprirà le proprie porte alla Fiorentina e il Milan che volerà in casa del Torino. Stando alla classifica, le prime due dovrebbero incontrare maggiori insidie, ma i bookmaker stranieri le danno come favorite per la conquista dei tre punti, rispetto alla squadra di Stefano Pioli.

Nel fine settimana di Pasqua, il Milan ospiterà il Genoa a San Siro: una partita non semplice per entrambe le squadre, dato che quella milanese andrà a caccia dei 3 punti per mantenere il primato in classifica e quella genovese avrà ancora pochi tentativi per evitare la retrocessione.

L’altra sfida sull’asse Lombardia-Liguria vedrà l’Inter ospite dello Spezia, che non ha ottenuto punti nelle ultime sfide contro le big, ma ha rimediato importanti successi affrontando le rivali in classifica. La partita più ostica sarà però quella del Napoli che, seppur padrone di casa, dovrà ospitare la Roma impegnata nella lotta per un posto nelle Coppe Europee.

Il 24 aprile sarà dunque l’Inter ad accogliere José Mourinho allo Stadio Meazza, per la prima volta da avversario in Serie A, dopo i successi del 2010. Milano e Roma si sfideranno anche all’Olimpico dato che la Lazio dovrà incontrare il Milan, mentre la sfida apparentemente più semplice della 34a giornata sarà quella del Napoli che sarà ospite dell’Empoli.

Tre giorni più tardi la squadra allenata da Simone Inzaghi avrà l’occasione per guadagnare punti fondamentali sulle altre due sfidanti, disputando il recupero della 20a giornata contro il Bologna. Per l’Inter sarà comunque una partita da non sottovalutare, alla luce anche del risultato ottenuto dai rossoblu contro l’altra milanese lo scorso fine settimana.

Entrando nel mese di maggio, dunque, le tre contendenti al titolo avranno tutte quattro cartucce da sfruttare al meglio per potersi fregiare del titolo di Campione d’Italia. Lasciando la parola alla classifica, quella che dovrebbe incontrare meno difficoltà è l’Inter.

Tra Udinese (fuori casa), Empoli (in casa), Cagliari (fuori casa) e il finale a San Siro contro la Sampdoria, la squadra di Inzaghi affronterà avversari che si trovano dalla 13a posizione in poi. Gli ultimi due, però, potrebbero essere ancora impegnati per evitare la retrocessione in Serie B, rendendo la caccia ai 3 punti meno scontata del previsto.

La contendente al titolo allenata da Luciano Spalletti dovrà invece ospitare il Sassuolo, quindi volare a Torino in casa dei Granata, poi tornare al Diego Armando Maradona per accogliere il Genoa e chiudere la propria stagione in casa dello Spezia. Un finale di stagione sempre più difficile con le ultime due squadre che potrebbero essere coinvolte nella lotta salvezza

Il calendario più complesso – in termini di classifica – sarà invece quello dell’attuale capolista, che nelle ultime quattro giornate dovrà affrontare quattro avversarie a caccia di un posto tra le grandi squadre europee.

Pioli inizierà il 1° maggio, in casa, contro la Fiorentina con cui ha rimediato una sconfitta nel girone d’andata. Sarà quindi il turno del Verona in trasferta, quindi dell’Atalanta a San Siro e infine del Sassuolo – la squadra più lontana dalle Coppe -, a Reggio Emilia, per chiudere il campionato.