La Corea del Nord lancia due missili guidati tattici

0
178
La Corea del Nord lancia 3 missili

Non si fermano i test missilistici del regime di Pyongyang. La Corea del Nord lancia due missili guidati tattici. Si tratta del quarto test missilistico dall’inizio del 2022 ed evidenzia che i programmi missilistici di Pyongyang sono in evoluzione.

La Corea del Nord lancia altri missili?

Continuano senza sosta i test missilistici della Corea del Nord. L’agenzia di stampa nordcoreana KCNA ha riferito che Pyongyang ha testato dei missili guidati tattici. “I due missili tattici guidati lanciati nella zona occidentale della Corea del Nord hanno colpito con precisione l’obiettivo, un’isola nel Mar Orientale della Corea”, ha riferito la KCNA. L’agenzia ha poi sottolineato che gli esperti hanno “confermato l’accuratezza, la sicurezza e l’efficienza del funzionamento del sistema d’armamento in produzione”.  

Si tratta del quarto test missilistico dall’inizio del 2022 ed evidenzia che, nel mezzo dei colloqui di denuclearizzazione in stallo, i programmi missilistici di Pyongyang sono in evoluzione. Nei giorni scorsi, Pyongyang ha lanciato due missili ipersonici e una coppia di missili balistici a corto raggio (SRMB).

La condanna di USA, Corea del Sud e ONU

Gli USA hanno condannato i nuovi lanci della Corea del Nord. Washington ha anche annunciato nuove sanzioni e chiesto all’ONU altre sanzioni.  Il rappresentante speciale degli USA per la Corea del Nord, Sung Kim, ha esortato Pyongyang a “cessare le sue attività illegali e destabilizzanti” e a riaprire il dialogo, affermando di essere disponibile a incontrarsi “senza precondizioni“. Il Dipartimento di Stato USA ha lanciato un appello con i suoi omologhi sudcoreani e giapponesi.

Anche la Corea del Sud ha condannato i nuovi test di Pyongyang. Il ministero della Difesa sudcoreano ha affermato che considera tutti i lanci di missili nordcoreani una “minaccia diretta e seria”. Tuttavia ha sottolineato che i suoi militari sono in grado di rilevarli e intercettarli. La condanna arriva anche dalle Nazioni Unite. Il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric ha definito i test del Nord “sempre più preoccupanti” e ha chiesto a tutte le parti di tornare ai colloqui per disinnescare la tensione e promuovere una “denuclearizzazione molto verificabile della penisola coreana”.


Leggi anche: La Corea del Nord testa un altro missile