Theresa May sarà costretta a dimettersi?

0
396

La Congiura dei Conservatori

Questa mattina The Telegraph ha pubblicato un documento che circola tra i parlamentari conservatori ed elenca i possibili successori di Theresa May come Primo Ministro. Sembrerebbe indicare che Theresa May sarà costretta a “dimettersi subito dopo il marzo 2019” .

Il dossier analizza le prospettive di leadership dei colleghi di gabinetto e di altri contendenti, inclusi i principali sostenitori della Brexit Boris Johnson e Jacob Rees-Mogg. 

Su Telegraph si può leggere testualmente:

“I parlamentari hanno condiviso  il documento tra loro mentre continuano a discutere apertamente la sostituzione del Primo Ministro su whatsapp.”

Scritto in aprile ma diffuso nei giorni scorsi, il dossier – che si suppone sia stato scritto da un deputato di Tory – si basa sul “presupposto” che il comitato  “inviterà il primo ministro a dimettersi presto dopo Marzo 2019 “.

Fornisce una valutazione inconfutabile di 27 dei potenziali successori di Theresa May, descrivendo il Segretario dell’Ambiente Michael Gove come “futuro cancelliere?”,  Philip Hammond come “pensando di avere una possibilità” ma “non una speranza “e il segretario al commercio Liam Fox come” dissolvenza “.

Il signor Johnson è considerato un successore improbabile perché “il primo classificato non vince mai” mentre Rees-Mogg viene descritto come “il favorito del partito” ma “difficilmente riuscirà negli ultimi due”.

Andrea Leadsom, leader della Camera dei Comuni, è marchiato “totalmente inadatto”, mentre il ministro degli interni Sajid Javid – visto come il favorito tra i giovani conservatori – viene apostrofato “cercando di recuperare dall’errore di posizionamento referendum “.

Il segretario alla Brexit Dominic Raab emerge come un serio contendente, descritto come “discreto supporto ERG” ed essendo un “abile parlante”. Il memo aggiunge: “Potrebbe ben riuscire”.

Il successore di Mr Hunt, il segretario alla salute Matt Hancock, è considerato “ambizioso da falco in Siria con un occhio sul partito nel paese” mentre il Segretario per l’educazione Damian Hinds, il cui nome è scritto erroneamente nel memo, si rivela essere visto “come un minaccia “dal Segretario alla Difesa Gavin Williamson anche se non ha” nessun profilo “.

Lo stesso Williamson è descritto come “in piena campagna elettorale, ma molto dipendente dal fatto che la PM controlli il proprio punto di partenza”, mentre il deputato  David Liddington, viene liquidato come “non incredibile. Sarebbe deselezionato presto “.

Il documento insomma, descrive i contendenti uno per uno, delineando chi potrebbe essere il prossimo leader del Partito dei Conservatori.

A qualche ora dalla pubblicazione non c’è stata ancora alcuna replica in merito alla veridicità del documento, ma bisognerebbe sottolineare che il documento in sè riporta degli errori.

Commenti