La Cina si oppone alle sanzioni statunitensi contro l’Iran

0
220
La Cina si oppone alle sanzioni statunitensi contro l’Iran

La Cina ha affermato che si oppone alle sanzioni statunitense contro l’Iran. Pechino ha detto che Washington dovrebbe assumersi la piena responsabilità delle difficoltà in corso con l’Iran. Secondo il governo cinese, infatti, il ritiro unilaterale degli USA dall’accordo sul nucleare ha creato le nuove tensioni. Iran e USA sono bloccati nei nuovi colloqui sulla possibilità di rinnovare l’accordo sul nucleare iraniano.

La Cina si oppone alle sanzioni USA contro l’Iran?

Durante un incontro, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha ribadito al suo omologo iraniano Hossein Amirabdollahian che Pechino si oppone alle sanzioni unilaterali degli Usa contro l’Iran. I due ministri si sono incontrati nella città di Wuxi, nella provincia di Jiangsu per promuovere l’accordo di cooperazione di 25 anni tra l’Iran e la Cina. Wang ha puntato il dito contro gli Stati Uniti. Secondo il ministro cinese, la responsabilità primaria delle difficoltà in corso con l’Iran è degli USA, in quanto si sono ritirati unilateralmente dall’accordo sul nucleare.

Wang ha poi affermato che la Cina sosterrà fermamente una ripresa dei negoziati su un patto nucleare. Ha quindi sottolineato che Pechino si oppone fermamente alle sanzioni unilaterali illegali contro l’Iran, alla manipolazione politica su argomenti tra cui i diritti umani. Ma anche all’interferenza negli affari interni dell’Iran e di altri paesi regionali. Wang, che all’inizio della settimana ha incontrato diverse controparti dei paesi arabi del Golfo preoccupati per la potenziale minaccia dell’Iran, ha anche affermato che la Cina spera di istituire un meccanismo di dialogo con i paesi del Golfo per discutere le questioni di sicurezza regionale.


Leggi anche: Iran e Cina pronti a 25 anni di cooperazione strategica