La Casa Delle Voci – Il nuovo libro di Donato Carrisi | trama e info

"La Casa Delle Voci" è il titolo del nuovo libro di Donato Carrisi, l'immenso genio della letteratura italiana del nuovo millennio. Ecco la trama del libro.

0
663

Il genio del thriller italiano Donato Carrisi è tornato. A un anno dal grandissimo successo de “L’uomo Del Labirinto”, e ad un mese dal film tratto dall’opera che lo stesso Carrisi ha anche diretto e sceneggiato, l’autore è tornato nelle librerie con “La Casa Delle Voci”, un altro titolo capace di risultare inquietante già di per sé e che sarà sicuramente ben supportato dal geniale metodo di scrittura di Donato. L’autore è infatti capace di tessere delle trame davvero fitte di mistero, che ad una lettura superficiale sembra sempre destinata ad un inevitabile risvolto sovrannaturale ma che, alla fine, riescono sempre a risolversi in maniera perfettamente realistica senza che rimangano buchi di trama.

La trama de La Casa Delle Voci

Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri: il suo grandissimo talento nell’entrare nelle menti dei suoi pazienti viene infatti impiegato soltanto su bambini con traumi irrisolti, persone quindi molto fragili che senza un aiuto di un certo livello rischierebbero di vivere un’intera esistenza segnata da un evento negativo. Inoltre, Gerber è solito eseguire un metodo tanto potente quanto controverso sui suoi piccoli pazienti: l’ipnosi. Ad un certo punto, però, lo psicologo riceve una chiamata dall’Australia: uno stimato collega richiede il suo intervento su una donna adulta, causando dunque molta perplessità in Gerber.

La donna ha infatti il ricordo di un omicidio nascosto nei meandri della sua psiche: nessuno riesce a capire se si tratti di un invenzione del suo cervello o di un qualcosa davvero accaduto, e soltanto la maestria di un professionista come Pietro Gerber può sbloccare la situazione di stallo. Tale ricordo, infatti, risale a quando la paziente era solo una bambina, dunque non si tratterebbe di una completa novità per il nostro protagonista: Pietro decide dunque di accettare, dando inizio ad una vera e propria indagine che lo vedrà partecipare come uno degli attori principali.

Donato rinuncia alle persone scomparse?

Una costante presente in più o meno tutti i romanzi di Carrisi sono i rapimenti, le sparizioni, gente che scompare nel nulla e che poi magari riappare quando nessuno la stava più cercando. Dalla sinossi de “La Casa Delle Voci”, però, di sparizioni non sembrano esserci: ma sarà davvero così? Già con lo straordinario finale de “L’uomo Del Labirinto”, infatti, Donato ha dimostrato di essere perfettamente in grado di inserire degli elementi tipici del suo mondo autoriale dove meno ce lo si possa aspettare, e non è difficile ipotizzare che un ritorno di questa tematica a lui così cara possa esserci fra le pagine del libro. A questo punto non ci resta che abbandonarci alla lettura di un’opera che sembra oltremodo interessante, e sostenere uno dei pochi grandissimi autori che la letteratura italiana del nuovo millennio può vantare.

Commenti