La Baguette come la pizza: diventerà patrimonio UNESCO?

0
1135
baguette

L’iniziativa è nata dalle associazioni di panificatori artigianali francesi. In seguito alla crisi scatenata dal covid19 ed al rischio chiusura per la concorrenza industriale, questi, invitati all’Eliseo hanno avuto l’ispirazione quando il Presidente Emmanuel Macron ha elogiato il lavoro dei panettieri che custodiscono e tramandano il segreto della lavorazione artigianale della baguette. Rigorosamente prodotta senza additivi, gli ingredienti principali sono: farina, acqua, sale e lievito.

La baguette come la Tour Eiffel

Il presidente francese, ha dato il suo appoggio al rappresentante nazionale delle boulangeries francesi, Dominique Anract. Secondo Macron la baguette è un simbolo della Francia, alla stregua della tour Eiffel, un prodotto invidiato e conosciuto in tutto il mondo. Ergo il riconoscimento da parte dell’Unesco non dovrebbe non arrivare.

Baguette contro Pizza?

Si saranno detti i fornai francesi, ma se la pizza ha avuto il riconoscimento, perchè non la baguette, con la sua storia? L’origine di questo pane risale al 1830, Il pane viennois cotto a vapore utilizzando nell’impasto il lievito di birra. La forma allungata che conosciamo oggi è stata introdotta nel 1920.Originariamente era un pane concepito per gli aristocratici, con il tempo cambiando forma divenne il pane del popolo. In seguito ad una legge nazionale non fu più possibile lavorare prima delle 4 del mattino, quindi i fornai si adoperarono a fare un pane che si cuocesse più in fretta, per adempiere agli obblighi di vendita. Fu così che nacque la baguette. Tradotto in italiano significa bacchetta, proprio per via della forma allungata.


La pizza napoletana diventa finalmente patrimonio dell’UNESCO


La baguette sotto l’ascella ed è subito Francia

La forma della baguette è inconfondibile, circa 70 centimetri con la crosta ben dorata e la mollica soffice, frutto di una lenta lievitazione. In fondo, dice bene Macron che questo pane è il simbolo della Francia. Perchè dove si potrebbero vedere altrimenti persone che passeggiano in estate, leggendo il giornale, con un filone di pane sotto l’ascella ricoperto solo da una piccola porzione di carta? Noi italiani ridiamo di questa usanza francese ed è spesso motivo di scherno. Ma si sa paese che vai, tradizione che trovi!

stereotipi italiani e francesi

Tutelare un bene immateriale

Al pari di altri prodotti artigianali come la birra belga e la pizza napoletana, lo scopo dei francesi è quello di preservare oltre la tradizione anche il lavoro di una categoria adesso messa in crisi dalla pandemia. Si stima che in Francia vengono venduti sei milioni di baguette al giorno. L’indicatore di bene immateriale da parte dell’Unesco potrà preservare il prodotto dalle spietate leggi del mercato dove, sovente, vince chi propone la quantità a discapito della qualità. Il governo francese ha proposto altri due simboli rappresentanti la Francesità: i tetti di zinco di Parigi e la festa del vino di Arbois. Toccherà al Ministro della Cultura scegliere fra i tre e in seguito Macron lo presenterà alla Commissione UNESCO.