Il Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo

0
537
Il Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo

Da quest’anno l’UE assegnerà annualmente il Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo. L’iniziativa era nata il 16 ottobre 2020, esattamente a tre anni dalla morte della giornalista.

Che cosa significa il Premio Daphne Caruana Galizia per il giornalismo

Il Premio Daphne Caruana Galizia è un riconoscimento nei confronti del giornalismo investigativo, una professione decisamente molto delicata. In questo campo lavorava la giornalista e blogger maltese Daphne Caruana Galizia, assassinata in un attentato per essere venuta a contatto con i Panama Papers. Tramite questi documenti ha scoperto il giro di corruzione ed evasione fiscale che vedeva coinvolto il governo di Malta. “Il premio Daphne Caruana Galizia – ha dichiarato la vicepresidente del Parlamento Europeo Heidi Hautala – riconoscerà il ruolo essenziale che i giornalisti svolgono nel preservare le nostre democrazie e servirà a ricordare ai cittadini l’importanza di una stampa libera. Questo premio è stato pensato per aiutare i giornalisti nel lavoro vitale e spesso pericoloso che svolgono e dimostrare che il Parlamento europeo sostiene i giornalisti investigativi”.

Le regole di assegnazione del premio

Una giuria indipendente avrà il compito di selezionare il vincitore. A fare da giurati saranno i rappresentanti della stampa e della società civile di tutti 27 Paesi dell’UE e i rappresentanti delle principali associazioni europee dei giornalisti. Il premio consisterà in un’erogazione di 20.000 euro, a dimostrazione del forte sostegno dell’istituzione europea al giornalismo investigativo. La premiazione avverrà nella cerimonia del 14 ottobre, a due giorni dall’anniversario della morte di Daphne Caruana Galizia.

Chi può candidarsi ed entro quando

L’iniziativa è limitata ai giornalisti e ai team di giornalisti professionisti di qualsiasi nazionalità. Questi potranno presentare le loro indagini pubblicate o trasmesse da un media con sede in uno dei 27 Stati membri dell’Unione Europea. Le iscrizioni hanno aperto il 22 giugno e rimarranno tali fino al 1 settembre 2021. Le candidature devono pervenire tutte qui.