L’Aquila: Commemorazione vittime del sisma

Ad 11 anni dal sisma che distrusse la città de L'Aquila, una pandemia rigetta nell'incubo la popolazione.

0
318
L'Aquila

L’Aquila. A causa del sisma del 6 aprile 2009, il capoluogo d’Abruzzo, ha visto i suoi palazzi, strade ma, soprattutto, i suoi cittadini vittime del sisma. 309 le vittime conosciute, migliaia di persone hanno perso le loro abitazioni, le loro routine, hanno perso i propri cari. Tutte le abitudini che fino ad allora erano perpretate in modo costante, si sono stravolte. Il popolo aquilano si è rialzato, ha protestato per riprendere ciò che era suo e per riprendersi la città. Una città piantonata da forze militari e forze dell’ordine, e il senso di desolazione era così opprimente.
Pian piano ci si è rialzati ed in questi 11 anni si è quasi raggiunta una sorta di normalità, fino ad oggi.

Questa quarantena a cui siamo costretti ha destabilizzato di nuovo questa popolazione. Le strade de L’Aquila sono attualmente semi deserte, si sente uno svuotamento molto simile a quello del post sisma del 2009.

Oggi, come allora, l’anniversario cade nelle stesse giornate, la notte fra la domenica ed il lunedì. Un dolore che si sopisce ma che ogni tanto un colpo vivo lo da.

l'Aquila

L’Aquila ai tempi della quarantena: Commemorazione ristretta

A causa della corrente situazione pandemica nella quale ci troviamo, la fiaccolata commemorativa non potrà avvenire come di consueto, per questo le istituzioni hanno stilato un programma che verrà trasmesso telematicamente.

Questa sera, domenica 5 aprile 2020 ore 23:30, in Piazza Duomo, a cura di un vigile del fuoco, verrà acceso un bracere. Adassistere ci sarà Il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, il sindaco di Barisciano Francesco di Paolo (in rappresentanza di tutti i comunini colpiti dal sisma) ed il prefetto della Prov. dell’Aquila Cinzia Torraco.

Le autorità istituzionali sono state delegate dai comitati dei familiari delle vittime a rappresentarli in questo delicato momento.

La cerimonia sarà ristretta e soprattutto a porte chiuse. Il rito religioso verrà celebrato dal cardinale Giuseppe Petrocchi. Sarà il prefetto ad omaggiare le vittime all’interno della chiesa di Santa Maria del Suffraggio.

Essendo ancora in vigore il divieto di spostarsi, tutta la cerimonia verrà ripresa e trasmessa sulla pagina ufficiale.

Inoltre, dai comitati è stata fatta una richiesta al sindaco Biondi, il quale, ha di buon grado aderito. In un comunicato ha chiesto a tutta la popolazione di accendere un lume alla finestra nella notte fra il 5 ed il 6.

Articoli correlati:6 aprile 2019 a dieci anni dal sisma che distrusse L’Aquila

L’Aquila: Di nuovo Zona Rossa di nuovo l’incubo

Commenti