Korina Theodorakaki: Forti critiche al Ministero della Cultura

'Noi, come Federazione Nazionale degli Handicappati abbiamo chiesto la creazione di una catena di accessibilità in tutto il percorso dalla strada pedonale di Dionysiou Areopagitou fino al sito del monumento ''

0
811
Acropoli

Korina Theodorakaki, membro della Federazione Nazionale degli Handicappati Fisicamente (EOKA) critica fortemente il Ministero della Cultura per creare percorsi concreti per persone con disabilità, nel sito archeologico dell’Acropoli.

Korina Theodorakaki ha fortemente criticato il Ministero della Cultura per creare percorsi concreti per le persone con disabilità nel sito archeologico dell’Acropoli. La donna sfoga il suo stato d’animo e il suo sdegno, sul suo account social di Facebook, a riguardo della cementazione dell’Acropoli: ”Noi, come Federazione Nazionale degli Handicappati abbiamo chiesto la creazione di una catena di accessibilità in tutto il percorso dalla strada pedonale di Dionysiou Areopagitou fino al sito del monumento ”. Commenta ricollegandosi ad un incontro che la Federazione esegue con il Segretario Generale presso il Ministero della Cultura: ”La Federazione ha proposto legno, vetro o qualsiasi altro materiale moderno che non fosse apparso inappropriato”. Confermando seguentemente di aver eseguito anche una proposta in forma scritta, nessuna risposta è pervenuta.

Korina Theodorakaki: Quale sarebbe il miglior provvedimento?

”Sono contro la pavimentazione in cemento, come la vedo nelle foto che stanno circolando in questo momento. Penso che non si adatti alla zona e alle funzionalità richieste”, osserva la donna. Commentando in aggiunta la giustificazione del Ministero che ‘I percorsi di cemento esistevano già nell’Acropoli negli ultimi decenni”. Theodoriaki risponde: ”Il fatto che il cemento esistesse già non significa nulla. Questa non è una scusa ad oggi, valida. Non faremo gli stessi sbagli che sono stati compiuti in tempi passato, ci comporteremo in modo diverso. A mio parere, il cemento esistente doveva essere rimosso e percorsi e corridoi essere fatti con un altra tipologia di materiale”.

Ad oggi il Ministero della Cultura greco ha ignorato tutte le critiche.

https://www.facebook.com/korina.theodorakaki/posts/10224545556924827


Artisti con disabilità intellettiva usano la fotografia per esprimersi


Disabilità – L’appello di Francesco, il “padre fortunato”, che combatte per il popolo…