Koala: ufficialmente “in pericolo” nell’Australia orientale

0
485

I koala sono ufficialmente in pericolo nel Nuovo Galles del Sud (NSW), Queensland (QLD) e nel Territorio della Capitale Australiana (ACT), i funzionari del governo hanno annunciato la scorsa settimana.

i koala sono in pericolo?

Gli animali sono stati elencati come vulnerabili un decennio fa, e la scorsa settimana sono stati ufficialmente nominati ‘in pericolo’ dal governo australiano. Dal 2018, la popolazione di koala è diminuita in ogni regione dell’Australia, e nel 2020 i gruppi per il benessere degli animali hanno sollecitato il governo federale in Australia a classificare i koala come specie in pericolo.

Koala: il ministro dell’ambiente

Il ministro dell’ambiente Sussan Ley ha detto: “Insieme possiamo garantire un futuro sano per il koala, e questa decisione, insieme ai 74 milioni di dollari totali che abbiamo impegnato per i koala dal 2019, giocherà un ruolo chiave in questo processo.”. Altri 50 milioni di dollari sono stati impegnati dal primo ministro australiano a fine gennaio 2022.

Dubbi sul cambiamento di status

Il koala è una specie vulnerabile in NSW, QLD e ACT dal maggio 2012 a causa di una combinazione letale di siccità, incendi del bush e perdita di habitat legata al disboscamento.ll cambiamento di stato teoricamente eleva la protezione dei koala in questi stati, anche se i critici dubitano che questo si verifichi.

L’Australian Koala Federation (AFK)

Ha twittato in risposta: “Un cambiamento di status è solo una parola. Non fa nulla legalmente per fermare il disboscamento, che è la ragione principale per cui i koala diventano senza casa e poi si ammalano di malattie”.

Un’arma a doppio taglio

Anche se ha fatto pressione sul governo per attuare la classificazione in pericolo nell’aprile 2020, l’IFAW ha definito il cambiamento “un’arma a doppio taglio”. Il direttore regionale dell’Oceania, Rebecca Keeble, ha detto: “Non avremmo mai dovuto permettere che le cose arrivassero al punto in cui rischiamo di perdere un’icona nazionale. È un giorno buio per la nostra nazione. Se non possiamo proteggere una specie iconica endemica dell’Australia, che possibilità hanno specie meno conosciute ma non meno importanti?” Keeble ha aggiunto: “Questo deve essere un campanello d’allarme per l’Australia e il governo per muoversi molto più velocemente per proteggere l’habitat critico dallo sviluppo e dal disboscamento e affrontare seriamente gli impatti del cambiamento climatico”.

Come i koala potrebbero salvare l’uomo

Già segnalato nel 2020

Nel suo rapporto del 2020 che chiede che i koala siano designati come “in pericolo”, IFAW ha scoperto che, dal 2001, c’è stato un declino del 50% della popolazione di koala nel QLD e un declino del 33-61% nel NSW. Senza un intervento urgente, si prevede che i koala si estingueranno nel NSW entro il 2050.

Specie già in difficoltà

La stagione 2019-20 del bushfire australiano – nota come Black Summer – è stata insolitamente lunga e intensa, ritenuta dagli esperti il risultato della crisi climatica. In risposta agli incendi, il naturalista ed emittente David Attenborough ha detto: “Il momento della crisi è arrivato”. Il tempo caldo e secco crea le condizioni perfette per l’imperversare degli incendi selvaggi, e il 2019 è stato l’anno più caldo e diretto dell’Australia su record, con la temperatura media annuale di 1,52°C sopra la media. I koala ne hanno subito il peso. Nel dicembre 2020, il WWF ha riferito che 60.000 koala hanno subito morte, lesioni, inalazione di fumo, stress da calore, disidratazione, perdita di habitat, riduzione dell’offerta di cibo, aumento del rischio di predazione o conflitto con altri animali dopo essere fuggiti in foreste non bruciate a causa degli incendi.

Dermot O’Gorman, CEO del WWF-Australia

Ha detto: “Sessantamila koala colpiti sono un numero profondamente inquietante per una specie già in difficoltà”. Tra il 2018-21, ogni regione australiana ha visto un calo della popolazione di koala. La presidente dell’AFK Deborah Tabart ha detto: “I terribili incendi del bush del 2019-20, naturalmente, hanno contribuito a questo risultato; tuttavia, non sono certamente l’unica ragione per cui stiamo vedendo le popolazioni di Koala in declino. Abbiamo assistito a una drastica diminuzione delle popolazioni dell’entroterra a causa della siccità, delle ondate di calore e della mancanza di acqua da bere per i Koala. Ho visto alcuni paesaggi che sembrano la luna – con alberi morti e morenti ovunque”.

Disboscamento e agricoltura

Sulla nuova categorizzazione del koala come “in pericolo”, la responsabile senior della campagna per Humane Society International, Alexia Wellbelove ha detto:”Questo uplisting è uno spunto urgente per i governi a prendere posizione contro il continuo disboscamento dell’habitat del koala. A meno che non vogliamo dire addio per sempre, non possiamo permetterci altri disboscamenti”.

Dall’insediamento europeo in Australia

L’80% delle foreste di eucalipti della nazione – di cui i koala si nutrono e vivono – sono state abbattute, secondo l’AKF. Questa perdita combinata di habitat e nutrimento rende i koala più suscettibili alle malattie, al disturbo da parte degli esseri umani, alla fame, alle ferite o alla morte causate dal traffico o dagli animali domestici, all’effetto dei pesticidi da giardino che finiscono nei corsi d’acqua e alla competizione per il cibo quando il territorio abitabile si restringe.

Nonostante l’elenco del 2012 come “vulnerabile”

Avrebbe dovuto proteggere gli habitat dei koala, il WWF ha scoperto nel 2020 che il disboscamento è aumentato, con 103.936 ettari di terreno disboscato nel QLD e 73.475 ettari disboscati nel NSW. L’IFAW ha anche riferito che il disboscamento è aumentato di 13 volte dopo il 2016, quando il governo ha indebolito le leggi sulla vegetazione nativa. Nel NSW, la silvicoltura è stata lo scopo dominante della distruzione della terra (62%). Nel Queensland, l’80 per cento della distruzione di terra è stato per il pascolo del bestiame, il che significa che l’agricoltura animale per il consumo umano prevale sulla protezione degli habitat dei koala.