Nicola Baldon sarà ancora il secondo allenatore della Kioene Padova. Una conferma strategica per lo staff tecnico bianconero, plasmato sulla linea di continuità di un progetto che negli anni ha regalato molti successi ai patavini.

«I punti di forza della Kioene dovranno essere due – dice – ossia lo staff rodato e l’entusiasmo di una squadra rinnovata. Questi elementi daranno le giuste motivazioni per affrontare al meglio la stagione. In queste settimane ho già avuto modo di conoscere alcuni dei nuovi atleti e credo che ci siano le basi per formare un gruppo di lavoro stimolante».

In questi anni Baldon ha collaborato con la Lega Pallavolo e DataProject per le statistiche sportive nel campionato di A1 maschile e femminile. Per Data Project, CEV e FIVB ha seguito gli europei maschili a Roma (settembre 2005), il World Grand Prix femminile a Verona (agosto 2007), le tappe della World League a Firenze, Catania, Mantova e Modena, i mondiali Juniores maschili (settembre 2009), i mondiali Seniores maschili a Milano e Firenze come responsabile statistiche FIVB (Settembre-Ottobre 2010) e i mondiali per Club a Doha in Qatar (dicembre 2010 e ottobre 2011). Scoutman della Nazionale italiana femminile prejuniores nel biennio 2004/05, ha ricoperto questo ruolo anche nella Nazionale italiana maschile juniores nel 2011. Già secondo allenatore a Mestrino e al Valsugana Volley in serie B2, è proprio nel 2011 in Azzurro che Baldon ha conosciuto Valerio Baldovin. Dal 2013 con i bianconeri ha ottenuto la vittoria della Coppa Italia di serie A2 e la promozione in Superlega.

«A partire dalla diagonale palleggiatore/opposto – continua – la nuova Kioene sarà diversa rispetto alla passata stagione. Il regista sarà un elemento importante anche per lo spogliatoio, ma ciò che conterà sarà l’entusiasmo di tutto il gruppo nell’affrontare questa nuova avventura. Da parte mia cercherò di dare la massima disponibilità a Valerio nel corso della stagione per proseguire in un lavoro iniziato ormai da diversi anni».

Commenti