Kim giura “potere al potere” militare e promuove il nucleare

0
152

La Corea del Nord ha promosso il suo principale negoziatore nucleare a ministro degli Esteri, hanno affermato i media statali, mentre il leader Kim Jong Un ha promesso al suo partito al governo che avrebbe usato “potere per potere” per combattere le minacce alla sovranità del paese.

Chi è Choe Son Hui

Choe Son Hui, da tempo un membro chiave della squadra di Pyongyang che negozia il suo programma nucleare con gli Stati Uniti, è stato nominato ministro degli Esteri, ha affermato l’agenzia di stampa statale KCNA. La nomina arriva quando gli Stati Uniti hanno avvertito questo mese che la Corea del Nord si sta preparando a condurre un settimo test nucleare e affermano che spingeranno ancora per le sanzioni delle Nazioni Unite se ciò accade. Kim non ha menzionato un test nucleare e non ha fornito dettagli su come avrebbe rafforzato il potere militare man mano che crescevano le preoccupazioni internazionali sul fatto che avrebbe ordinato il primo test del genere in cinque anni. “Il diritto all’autodifesa è una questione di difesa della sovranità, chiarendo ancora una volta il principio di lotta invariabile del Partito del potere per il potere e la lotta frontale”, avrebbe detto Kim. Ha annunciato obiettivi per rafforzare la potenza militare del paese e la ricerca sulla difesa per proteggere i diritti sovrani della Corea del Nord, ha affermato la KCNA in un rapporto di una riunione plenaria del Comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea.

I test nucleari

Sabato il ministro della Difesa sudcoreano Lee Jong-sup e il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin hanno condannato le attività militari in corso nel Nord e i preparativi per un test nucleare come provocazioni inaccettabili. In un incontro a margine di una conferenza sulla sicurezza a Singapore, Lee e Austin “hanno concordato di espandere la portata e la portata della Corea del Sud-USA“. esercitazioni combinate come concordato al vertice dei due paesi al fine di mantenere una deterrenza costante e una prontezza costante”, ha affermato in una nota il ministero della Difesa sudcoreano. “Il segretario Austin ha sottolineato che l’impegno degli Stati Uniti nella difesa della (Corea del Sud) è ferreo e sostenuto dall’intera gamma delle capacità statunitensi, compreso il nucleare“, ha affermato il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti in una nota. Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha dichiarato mercoledì che Washington sta osservando “da vicino” la continua possibilità di un test nucleare da parte della Corea del Nord.