Kia EV6: l’autonomia ufficiale va ben oltre le previsioni

Il ciclo di omologazione WLTP ha evidenziato come la nuova Kia EV6 abbia un'autonomia in grado di toccare i 528 chilometri, superando quindi le stime iniziali dell'azienda produttrice.

0
258
Nuova Kia EV6
Svelata l'autonomia ufficiale della nuova Kia EV6.

Sono arrivate le comunicazioni ufficiali sull’autonomia della Kia EV6, e si tratta di buone notizie per l’azienda produttrice ma anche per coloro che hanno acquistato la vettura, poiché i risultati dei test sono andati ben oltre le già positive previsioni del marchio al momento della presentazione.

L’automobile è stata sottoposta al ciclo di omologazione Worldwide harmonized light vehicles test procedure (WLTP), al termine del quale sono stati divulgati i risultati ufficiali sulla durata della batteria.

Il ciclo combinato ha dimostrato come Kia EV6 possa arrivare fino ad un massimo di 528 chilometri di autonomia. Il veicolo sudcoreano è stato prodotto su piattaforma modulare E-GMP di casa Hyundai, e monta una batteria da 77,4 kWh. Il test si è svolto sulla versione a trazione posteriore della nuova macchina dell’azienda di Seul.

L’autonomia di Kia EV6 ha superato le stime iniziali

Durante la presentazione avvenuta nel mese di marzo, i dirigenti di Kia avevano spiegato che la nuova EV6 avrebbe avuto un’autonomia di circa 510 chilometri. Invece quanto emerso dal ciclo di omologazione WLTP ha dimostrato come la vettura sia in grado di andare ben oltre, arrivando ad una durata di 528 chilometri. Il consumo medio ufficiale è, di conseguenza, di 16,5 kWh per 100 km.

Kia Sportage presenta il suo nuovo design

In città la durata della batteria della Kia EV6 è ancora più ampia, poiché può arrivare fino a 740 chilometri. I test hanno anche appurato che il modello con quattro ruote motrici è più efficiente nei consumi ma leggermente più limitato nell’autonomia, fermandosi a 506 chilometri.

Ricordiamo, infine, che è disponibile anche una EV6 con batteria da 58 kWh che può giungere fino a 400 chilometri di autonomia. Questo modello, però, attualmente non è presente in alcuni mercati come, ad esempio, quello francese.