Keith Haring: la Pop-Art nelle litografie e negli omini

0
306
Keith Haring

Keith Haring é nato a Reading nel 1958, in Pennsylvania, fin da piccolo disegna fumetti. Dichiaramente omosessuale e le sue opere sono dipinte in tutto il mondo. Morì a New nel 1990.

Cosa sono le litografie di Keith Haring?

Litografie su carta. Trenta litografie in bianco e nero sono state realizzate per la mostra italiana del giugno 1983 presso la Galleria Lucio Amelio di Napoli. Nelle sue opere si trovano riferimento agli abusi sessuali ricevuti.

Keith Haring: biografia

Un artista pop dell’arte visuale post-pop art. I suoi disegni rappresentano la vita umana: l’amore, la morte, la vita, la paura e la pace. Gli omini che irradiano e i cani che latrano hanno invaso gli spazi pubblici di molte città del mondo.

Popular Art

Con il trasferimento a New York a 20 anni, Haring ha iniziato a dare forma a quella che sarebbe stata la sua idea di arte. La sua filosofia può essere riassunta con due parole: popular art, arte che deve essere goduta da tutti. Disegnava gratuitamente sulle magliette dei bambini che lo fermavano per strada affinchè i meravigliosi omini fossero conosciuti in tutto il mondo, senza chiedere nulla in cambio.

Le ispirazioni

Haring si ispira all’arte di Pablo Picasso, ai pittogrammi giapponesi, alla danza hop hop e alla capoeira e amante dell’arte di strada. Ama viaggiare e ascoltare musica.

Le opere piu’ d’amore

L’opera “Heart” raffigura due persone, impossibile capirne il sesso, che “danzano sulle note dell’amore, condividendo sulle loro spalle un grande cuore rosso pulsante.” Un’altra opera è ” Tuttomondo”(1000×1800 cm), nata come emblema dell’umanità, dipinta con acrilici su intonaco sulla facciata laterale della Chiesa di Sant’Antantonio abate. Nell’opera sono presenti 30 figure di omini e animali antropomorfi come tre omini che nascono dalle reciproche teste, un uomo scala e animali quali un delfino con le gambe e un volatile di colore rosa.

warhol&Friends: un tuffo nel passato

Commenti