Juventus-Torino 4-0: dominio bianconero con doppio Dybala, Pjanic e Alex Sandro. Toro domato

0
275

La Juventus tiene il passo del Napoli e vince con un sonoro e netto 4-0 il derby della Mole.
Toro quasi mai in partita, solo nei primi 20 minuti qualche occasione pericolosa, ma dopo il secondo giallo per Baselli la partita non ha avuto più storia. Ottenendo così solamente una supremazia bianconera.

https://www.youtube.com/watch?v=8n_xQcNM1ao

PRIMO TEMPO – La squadra di Allegri anche senza Higuain in campo merita di essere elogiata per il gioco espresso e le occasioni create. Merito anche di un Dybala in formato campione.

La prima occasione della partita arriva dopo sei minuti con Cuadrado che salta diverse maglie granata e calcia, palla che finisce di poco alta sopra la traversa. Al colombiano risponde Ljajic che prende la sfera e va al tiro, anche in questo caso palla alta.

La svolta però arriva al 17° quando l’ex Rincon perde una palla sanguinosa sulla trequarti sul pressing di Pjanic, Dybala dopo aver ricevuto la sfera si accentra e calcia, leggera deviazione e palla che si infila sull’angolo destro della porta. Il Torino smette di giocare il match dopo l’espulsione di Baselli, avvenuta sette minuti pià tardi dal gol di Dybala, per doppia ammonizione. Intervento folle del giocatore di Mihajilovic che non può far altro che prendersi il cartellino rosso e accomodarsi negli spogliatoi.

I granata, con un Niang in versione spenta, sbandano mentre la Juve corre. A questo punto Mihajilovic cerca di cambiare qualcosa, inserendo Acquah al posto di Iago Falque, passando così al 4-2-1-2.
La tanta pressione juventina si realizza con il bel gol di Pjanic per il 2-0 che spegne gli animi per la fine del primo tempo.

SECONDO TEMPO – Ad avvio ripresa è ancora la Juve a prendersi la scena, con Alex Sandro che mette i brividi a Sirigu con un tiro dei suoi. Ma al 12° arriva anche il terzo gol della serata. Angolo di Pjanic (autore di un gol e due assist) per la testa proprio di Alex Sandro che indisturbato salta e mette dentro il pallone.
Da questo momento in poi l’area granata diventa un vero e proprio oggetto di assedio. Il migliore in campo degli ospiti non si direbbe ma è Sirigu che con dei veri e propri miracoli si prende la scena e salva il risultato, prima su Bernardeschi poi su Dybala, Pjanic e Mandzukic.

Allegri sul finale di partita decide di inserire anche il Pipita Higuain che con la sua presenza e fisico riesce a mettere lo zampino sul quarto gol bianconero che arriva ancora grazie a Dybala che sale a quota dieci in campionato.
La Juve vince la sesta partita di fila in campionato, rimanendo a punteggio pieno e tenendo il ritmo del Napoli, vincente anche lui nel pomeriggio contro la Spal.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here