Justin Trudeau declina l’invito alla Casa Bianca

Il premier canadese Trudeau si rifiuta di andare alla Casa Bianca nel mezzo di una pandemia.

0
622
Trudeau

Il Primo Ministro canadese Justin Trudeau ha declinati l’invito alla Casa Bianca per celebrare il nuovo accordo sul libero scambio tra USA, Canada e Messico. Il rifiuto dovrebbe essere a causa della pandemia.

Cos’è successo?

Mercoledì è previsto l’incontro alla Casa Bianca tra il presidente americano Donald Trump, il leader messicano Lopez Obrador e il premier canadese Justin Trudeau per celebrare il nuovo accordo di libero scambio tra i paesi.

Mentre il presidente messicano ha accettato l’invito, Trudeau lo ha declinato, affermando che a causa della pandemia preferisce non spostarsi.

Inoltre, questa settimana il Primo Ministro sarà ad Ottawa per delle sedute in Parlamento, pianificate da tempo.

Trudeau sta anche conducendo delle sedute parlamentari online anziché in presenza a causa dell’emergenza coronavirus. Si è detto però disposto ad un colloquio telefonico con il presidente Trump.

La sua decisione sembra essere dovuta anche ad una legge, imposta da Trudeau, che prevede una quarantena di 14 giorni per i cittadini canadesi che viaggiano all’estero.

Il Premier canadese ha telefonato ad Obrador per auguragli un incontro positivo e vantaggioso con il presidente americano. Ha inoltre sottolineato che l’accordo sul libero scambio, entrato in vigore il primo del mese, apporterà beneficio a tutte e tre le nazioni. Esso garantirà addirittura anche un rilancio del Nord America dopo la pandemia da Covid-19.

Il professore di scienze politiche dell’Università di Toronto, Nelson Wiseman, ha dichiarato che Trudeau ha meno da perdere evitando Trump, ora che il trattato è in vigore.

Lo studioso ha inoltre aggiunto che Trudeau è impopolare, ma ha la possibilità di continuare i mandati. Anche Trump è impopolare, forse anche di più, però probabilmente ha ancora quattro mesi di presidenza. Ora, se Trudeau incontrasse Trump, rischierebbe un ulteriore decremento di popolarità.


Trump: possibile incontro con il leader venezuelano Maduro


Cos’è il nuovo accordo di libero scambio

Il nuovo accordo di libero scambio Usa – Messico – Canada (USMCA), sostituisce il precedente accordo, NAFTA, entrato in vigore il 1° gennaio 1994.

L’USMCA prevede, a differenza del NAFTA, un aumento delle normative ambientali e lavorative, incentivando una produzione interna di auto.

L’accordo riguarda anche un aggiornamento delle protezioni della proprietà intellettuale.

Gli Stati Uniti avranno un maggiore accesso al mercato canadese per quanto riguarda le industrie lattiero – casearie.

Il trattato completo è scritto sul sito del USTR (Rappresentante del Commercio degli Stati Uniti).

Tuttavia, molti critici affermano che le differenze apportate sono in realtà minime.