Joseph Conrad tra mare e avventura

0
229
Joseph Conrad tra mare e avventura

Joseph Conrad tra mare e avventura. E’ considerato uno degli autori principali di questo genere. Joseph Conrad tra mare e avventura storie di uomini che vivono sulle onde trascinati e trascinatori di navi che affrontano la straordinaria solitudine delle acque, infide, infinite, divoratrici di mondi, preda continua dei rischi.

Joseph Conrad tra mare e avventura

Nato in Polonia a Berdicev il giorno 3 dicembre 1857 orfano di madre e con il padre incarcerato per questioni politiche, cresce nel desiderio profondo di solcare i mari in libertà e lontano dalla terra che gli aveva procurato solo dolore.

Un sogno mai domo

Joseph Conrad tra mare e avventura

Affidato alla tutela di uno zio il giovane Conrad compie gli studi secondari a Cracovia. A soli diciassette anni spinto da un’irresistibile vocazione per la vita di mare parte per Marsiglia dove s’imbarca come semplice marinaio.

Joseph Conrad è veramente un uomo di mare

Joseph Conrad tra mare e avventura

Navigare significa per lui calarsi soprattutto nel mondo piratesco identificato anche in traffici, contrabbando, uomini che si imbarcavano per sfuggire a chissà quale accusa o passato. Dopo una lunga esperienza nella marina mercantile francese e successivamente in quella britannica, raggiunge il grado di capitano di lungo corso. Nel 1886 diventa cittadino inglese.

Le vere avventure di un uomo di mare

Per vent’anni viaggia per quasi tutti i mari ma soprattutto nell’arcipelago malese. L’attenzione ottenuta dal suo primo romanzo “La follia di Almayer” e l’incoraggiamento di alcuni lo inducono a stabilirsi in Inghilterra, e a dedicarsi interamente all’attività letteraria. Conrad diviene un maestro della letteratura. Il suo tema fondamentale è la solitudine dell’individuo in balìa dei ciechi colpi del caso di cui il mare è spesso eletto a simbolo. L’eroe solitario di Joseph Conrad è quasi sempre un fuggiasco o un reietto, segnato dalla sventura o dal rimorso, stretto parente dell’angelo caduto caro ai romantici, che conquista la sua identità affrontando con stoicismo le prove che il destino gli ha riservato.

I grandi capolavori di Joseph Conrad

Joseph Conrad tra mare e avventura

Tra i suoi tanti capolavori, ricordiamo: Un reietto delle isole, Il negro del Narciso, Gioventù, ma sopra a tutti Cuore di tenebra una forte denuncia del colonialismo. Joseph Conrad muore per attacco cardiaco il 3 agosto 1924, a Bishopsboume Kent in Ucraina.

Commenti